AgraRiot boosted

Le proteste dei detenuti non si fermano! Sosteniamoli!

L’UNICA SICUREZZA E’ LA LIBERTA’!

Giovedì 9 aprile a Bologna giornata di diffusione di striscioni, cartelli e messaggi in solidarietà ai/alle detenuti/e dai balconi alle strade!

Invia i tuoi contributi a
SoSCarcere – sosteniamoli!
sosteniamoli@autistici.org

ecn.org/xm24/evento/giovedi-9-

mi hanno rotto le palle gli umani.
tutti.
voglio solo starmene con le mie api in montagna.

durante questa quarantena forzata non mi mancano i rapporti umani o gli aperitivi che non ho mai fatto, ma poter andare in discarica a raccattare materiale o andare dal ferramenta a comprare le viti. Senza contare gli annunci di tacchini galli e polli su subito.it che mi sto perdendo mannaggiaddio.

una volta che sei positivo al Covid e ti passano i sintomi puoi richiedere il secondo (e poi il terzo) tampone. Finchè non sei negativo in tutti e due i tamponi di controllo non puoi uscire. Succede che ti ritrovi ad aspettare che i vari istituti di igene/asl/medici curanti/servizi sociali si ripiglino e si ricordino di te. Ti ritrovi in questo limbo burocratico per cui sei guarito, probabilmente negativo, il più "sano" individuo in giro, eppure non puoi fare un cazzo. Il mio conquilino non ha più sintomi da 3 settimane, eppure non vengono a fargli il tampone di controllo. Ok capisco che il sistema è overasaturated però è un po' kafkiano

AgraRiot boosted
AgraRiot boosted

Comunque sono positivo al tampone del Covid. Sto bene, vivo in provincia e continuo ad andare a correre, da solo, lontano da tutto e da tutti. Chi fa un po' di attività fisica non va demonizzato, così si distoglie l'attenzione da quelli che sono i veri problemi, gli ospedali pieni, chi ha mangiato sulle mascherine, la mancanza di spazio nelle carceri. Chi passeggia o corre a distanza non è responsabile dell'epidemia, lo sono i politici e i mafiosi che hanno investito tutto in controllo e repressione e non in politiche sociali. Io continuerò ad allenarmi.

Solidarietà totale ai detenuti in rivolta

AgraRiot boosted

video che mostra le condizioni di attraversamento nell´Egeo, dalle coste turche a Lesvos. Il gommone di rifugiati viene minacciato da un motoscafo di graci nazionalisti (uno ha una pistola) davanti alla guardi costiera greca. Quest´ultima invece di soccorrere cerca di spaventare i rifugiati (push back) sparando colpi in acqua e cercando di forare il gommone.
youtube.com/watch?v=nldSkpfdoR

Nelle acque della Libia
sul fondale dell´Egeo
giace il privilegio
di ogni europeo

Dio cane la paranoia per un virus del cazzo, tutti stanno in casa, tutto é chiuso e la gente non parla d´altro. Nel frattempo a Idlib sono morte piu di 400 persone dall´inizio dell´inverno sotto le bombe di Assad. Ospedali e scuole, piu di 100 bambini morti. Costringendo i civili a scappare nell´inverno siriano. Alcune famiglie hanno seppellito i corpi dei loro figli morti di freddo. Di freddo.

Oggi pomeriggio il corteo in risposta agli eventi di ieri nell´universitá di economia (ASOEE) ad Atene si é diretto di fronte alla "questura" di GADA. Sassaiola e lacrimogeni, i manifestanti sono stati caricati e si sono rifugiati nella metro. Alcuni sono stati arrestati. In serata un altro corteo in memoria del compagno anarchico di lotta rivoluzionaria Λάμπρο Φούντα é stato bloccato dalle squadre DELTA vicino ad exarchia e i compagni sono stati portati in "questura" a GADA. Le rivolte dei migranti e dei compagni nelle isole non si fermano e lo stato aumenta la repressione inviando nuove squadre a Lesvos.
youtube.com/watch?v=AqV3aDOfA7

Ad Atene da qualche mese vige un completo stato di repressione. Pattuglie in moto e nuclei antiterrorismo con mitra spianati ad ogni angolo. Ad Exarchia da 10 giorni dalla mattina alla sera le pattuglie occupano la piazza e le vie limitrofe. Arrestano e maltrattano rifugliati, sgomberano e presidiano. Ogni manifestazione viene seguita da MAT (celerini) e DELTA (sbirri in moto, col volto coperto e le mazze). Nelle isole come a Lesbo lo stato reprime le rivolte dei migranti contro le codizioni disumante dei campi, nella capitale (completamente militarizzata) la polizia perquisisce, tortura, sgombera e arresta. Il paese é stato completamente venduto, privatizzato nel nome del neo-liberismo e l´unico ruolo rimasto allo stato é quello di reprimere chi si oppone

ieri uno sbirro in borghese nell´universitá di economia (ASOEE) ad Atene, dopo essere stato riconosciuto ed intimato ad andarsene, ha tirato fuori la pistola puntandola contro gli studenti e chiamando rinforzi. La celere (MAT) ha chiuso l´universitá e impedito l´uscita degli studenti fino a che un corteo partito da Victoria non é andato a portare la propria solidarietá. Ennesimo attacco agli studenti, all´asilo universitario e alle lotte sociali di NeoDemocratia e dello stato di polizia che governa in Grecia dall´estate.
youtube.com/watch?v=VntYDd2CWj

AgraRiot boosted
AgraRiot boosted

Università, scuole, musei, cinema, manifestazioni, assembramenti pubblici. Chiudiamo tutto. Coronadigos.

AgraRiot boosted
Show more
Mastodon Bida.im

https://mastodon.bida.im/admin/reports