Asti – Milano: intorno al ’69

Piazza Fontana, Pinelli e Valpreda attraverso le stampe dell’epoca.

GIOVEDì 28 NOVEMBRE alle ore 19:00 presso il Diavolo Rosso (Piazza San Martino, 4 – Asti): inaugurazione della mostra che rimarrà aperta fino al 7 dicembre 2019.

A 50 anni dall’omicidio di Pinelli e dalla strage alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano, un’esposizione di documenti storici (volantin

cdlfelix.noblogs.org/post/2019

vincenzo vecchi e' stato rimesso in libertà.

e questa e' la seconda buona notizia di oggi.

Dibattito sul Nicaragua: Precisazioni&Risposta

Articolo comparso su Umanità Nova, 17 Novembre 2019. Firmato Mauro de Agostini e LaHyena.

gruppoanarchicochimera.noblogs

Cile. La violenza politica sessuale: strumento repressivo in dittatura e in democrazia

Gli ultimi giorni dell’Estado de Emergencia hanno registrato 1692 persone arrestate, 226 ferite, 5 uccise per presunte azioni da parte degli agenti statali e 3 denunce di violenza sessuale. Questi sono solo i dati ufficiali registrati dall’Instituto Nacional de Derechos Humanos (INDH).[1] E sono questi: dati. Molti altri sono i racconti che mostrano la brutalità delle forze repressive. Questo sabato[2] Pamela fu arrestata in un caceroleo con suo padre nel settore di San Isidro. Dirett* verso la stazione di polizia, uno degli agenti di polizia ha minacciato di aggredirla sessualmente, gridando “vediamo se ti piace nel culo!”.[3]

gruppoanarchicochimera.noblogs

Da una compagna cilena: il risveglio del Cile

Pochi giorni fa, il 18 ottobre 2019, è scoppiata la rivolta sociale più grande ed unitaria che il Cile abbia mai visto. Qualche giorno prima, il movimento studentesco aveva invitato a non pagare il servizio di trasporto pubblico, come forma di protesta per un nuovo aumento del biglietto (il più caro in America Latina) nella capitale Santiago. Il governo del neoliberista Sebastian Piñera ha reagito subito con la forza, dichiarando lo Stato di Emergenza, limitando le libertà individuali e di movimento (coprifuoco), sguinzagliando le forze militari contro un popolo che si era unito finalmente per dire basta a 30 anni di schiavitù economica.

gruppoanarchicochimera.noblogs

HELP!

Visto che il 25N ci sarà la giornata contro la violenza sulle donne, vogliamo uscire dagli schemi istituzionali e vetero-compagnoni. Cerchiamo come @GruppoAnarchicoChimera due disegni per due tematiche di volantini a sfondo transfemminista queer da attacchinare a Catania e dintorni nelle prossime due settimane.
Tematiche:
1-contro il lavoro domestico
2-contro il lavoro di cura

FOGLI DI VIA E DENUCE PER LE COMPAGNE FERMATE A SAN FERIDNANDO: SIETE VOI AD AVERE PAURA

Lo scopo di queste brutali misure repressive e' ovviamente intimidatorio, ma è l'autorità a mostrarsi debole, tentando di stroncare sul nascere ciò che sa di non poter contenere né reprimere. Mentre le compagne erano trattenute in stato di fermo, le numerose macchine della polizia che costantemente piantonano la tendopoli sono state cacciate dagli insulti degli abitanti.

La Lotta non verrà spezzata da due fogli di via, non sarà questo a intimorire chi vede i propri amici e i propri compagni morire di razzismo e sfruttamento.

Non vi sarà paura ma soltanto altra rabbia, ci vogliono deboli e silenziose, ci troveranno sempre piu' risolute.
SOLIDARIETÀ ALLE COMPAGNE E A TUTTI I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DELLA PIANA

Visto che il 25N ci sarà la giornata contro la violenza sulle donne, vogliamo uscire dagli schemi istituzionali e vetero-compagnoni. Cerchiamo come @GruppoAnarchicoChimera tre disegni per tre tematiche di volantini a sfondo transfemminista queer da attacchinare a Catania e dintorni nelle prossime tre settimane.
Tematiche:
1-contro le molestie sessuali e minacce di licenziamento
2-contro il lavoro domestico
3-contro il lavoro di cura

Seconda parte

Enzo Forcella, Alberto Monticone - Plotone di esecuzione. I processi della prima guerra mondiale.
mega.nz/#!uIoXWJ7L!tUD3kyJBbwx

Luigi Fabbri - La prima estate di guerra. Diario di un anarchico 1 Maggio-20 Settembre 1915.
mega.nz/#!mYBkXICJ!09x7nIgH70L

Bruna Bianchi - La follia e la fuga. Nevrosi di guerra, diserzione e disobbedienza nell'esercito italiano 1915-1918
mega.nz/#!fZoXCayD!5gpBTPrWORq

Mario Isnenghi -Convertirsi alla guerra. Liquidazioni, mobilitazioni e abiure nell'Italia tra il 1914 e il 1918.
mega.nz/#!qYBkGAxA!PNHX9mUmR05

Marco Rossi - Gli ammutinati delle trincee. Dalla guerra di Libia al Primo conflitto mondiale 1911-1918.
mega.nz/#!iVomXKZI!jkAeZ1YCUfy

Visto che oggi si festeggia la Festa delle forze disarmate....

Elena Bignami - “Se le guerre le facessero le donne”. L’opposizione delle anarchiche italiane alla guerra (1903-1915).
mega.nz/#!WJ5kWIKC!1EMzfJzWnyh

Ernst Friedrich - Guerra alla guerra. 1914-1918. scene di orrore quotidiano
mega.nz/#!OF5UFIKT!MdC9hYn5afd

Bruno Misèfari - Diario di un disertore
mega.nz/#!iEpHFSSL!_oZafarfVyz

Furio Lippi - Vian, il disertore.
mega.nz/#!eU53RAAK!nyO0k-pcQVp

Edoardo Puglielli - Gli anarchici abruzzesi e la grande guerra.
mega.nz/#!fQZHVLoZ!bH9bJDAg1US

Mariuzza - La voragine. La grande guerra: quello che costa, chi paga.
mega.nz/#!yJZAgLTJ!HfSJLXPE1Cw

Nazario Sauro Onofri - La grande guerra nella città rossa. Socialismo e reazione a Bologna dal 1914 al 1918. .
mega.nz/#!WQ5gFJiK!Id2AM68CnsQ

Volantini per il 25 N.
Prima parte
-Il corpo è solo mio
-Molestare
-Scusami

Alta risoluzione per la stampa: mega.nz/#F!2UYXkQpD!HkvnkqxEiK

Grazie a @Eresia per le prime due immagini messe nel loro sito.

Secondo i Renzi boiz sarebbero gli utenti anonimi di Internet a diffondere fake news. Il sociologo Alessandro Dal Lago, in "Populismo digitale" (pg.64), traccia una genesi diversa delle false informazioni:

“Non tutte le fake news diventano vere, questo va da sé. Perché avvenga, sono necessarie alcune condizioni: la principale è senz’altro il potere, e quindi la capacità d’influenza, di chi la inventa o la diffonde. Se si tratta del responsabile di un sito o di un blog influente, di un anchorman o di un politico di importanza nazionale o globale, le probabilità di “inveramento” aumentano in proporzione.”

Sarebbero quindi profili "autentici", con nome e cognome, a diffonderle, con sommo dispiacere dei Renzi boiz.

[Il libro giunge a conclusioni secondo me discutibili, però questo passaggio credo sia interessante]

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!