il mio gatto è ridotto a un straccio non riesce manco a stare in piedi, ci ha dato dentro di brutto in questi giorni con la gatta del vicino... (non aveva contendenti)

fin quando ci sarà lo stato di diritto godiamocelo, comunque non li vedo strambi, non saprei dire cos'è, forse sono solo diversamente contestatori.

per un povero serpente si è bloccata mezza Cina, che poi la mortalità di questo virus è bassa, non capisco perchè stanno facendo tutto questo chiasso, non è che le corporation del farmaco stiano cercando di venderci l'ennesimo vaccino?

effettivamente comunismo e nazismo non sono sullo stesso piano a meno che non si accetti il teorema comunismo=stalinismo=totoalitarismo, ma è una palese forzatura.

quindi se ho capito bene le sardine fanno capo a un duovirato come quello dei 5stelle delle origini, cioè di maio/di battista??

il ragazzo delle sardine ieri in tv parlava troppo svelto non si capiva cosa diceva.

SALVINIBOT - generatore di merdate :
"A proposito mi vergogno di quel cantante che paragona Donne come troie, violentate, sequestrate, stuprate e usate come oggetti. Lo fai a casa tua, non in diretta sulla Rai e a nome della musica italiana."

@cirku17 di sicuro vale la pena spendere del tempo per Severino ma sono abbastanza sicuro che con lo stesso tempo che spenderei per capire un suo libro ne leggerei 50 meno complicati è piu formativi :)

ho provato a leggere qualcosa di E. Severino però è troppo impegnativo; stressa non poco le cervella. :)

Sulla copertina de “Il sangue dei vinti” di Giampaolo Pansa c’è la foto di un uomo, mani dietro la nuca, esposto a pubblica gogna per le strade di Milano, scortato da partigiani armati. È il 28 aprile del 1945. Nella didascalia viene descritto genericamente come fascista. In realtà L’uomo sulla copertina del libro è Carlo Barzaghi, autista e braccio destro del comandante della Legione “Ettore Muti”di Milano, Franco Colombo. È conosciuto come il boia del Verziere, responsabile anche della compilazione di elenchi di ebrei e oppositori poi deportati.Un anno prima, il 10 agosto 44, quindici partigiani sono prelevati dal carcere di San Vittore, portati in Piazzale Loreto, qui fucilati da militi della legione “Ettore Muti”. A guidarli Pasquale Cardella e Carlo Barzaghi. Agiscono su ordini del capitano nazista Theo Saevecke

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!