Petar boosted

People in Pamplona make cristal clear that the army is not welcome there.✊

#COVID19

Fino a pochi anni fa (tre/quattro al massimo) esisteva un vero e proprio sottogenere narrativo-giornalistico nel quale le fdo si lamentavano a mezzo stampa del fatto che le volanti non avessero abbastanza benzina per poter uscire a controllare il territorio.

Oggi "scopriamo" che non solo questa diceria era del tutto campata in aria ma che oltre alla benzina per le volanti hanno a disposizione pure quella per l'aviazione.

Se quest'emergenza sanitaria viene gestita con metodi sempre più militari piuttosto che sanitari è perché negli ultimi anni siamo passati da uno stato sociale residuale ad uno stato penale sempre più invasivo.

osservatoriorepressione.info/d

"A quel tempo per me le cose andavano incoparabilmente meglio che in seguito; in fondo ero ancora in servizio e in casa mia, potevo ancora osservare gli avvenimenti quasi indisturbato. D'altra parte non ero ancora diventato almeno in parte insensibile, ero ancora tanto abituato a vivere in uno stato di diritto che giudicavo un profondissimo inferno quello che in seguito avrei definito al massimo un limbo."

Petar boosted

L’agente mi guarda e dice: ci hanno chiamato, dobbiamo fare i verbali. Poi faccia ricorso al prefetto. Non la paghi e faccia ricorso”.

Ecco un piccolo esempio del lascito perverso di quell'allucinazione securitaria altrimenti denominata "controlli di vicinato".

torino.repubblica.it/cronaca/2

“Questa storia dell’Azadi è contagiosa come una malattia: non te ne accorgi, ma lentamente entra dentro di te quando sei là, con le altre persone e poi cresce fino a possederti. Non possiamo farci niente!”

studiquestionecriminale.wordpr

50 sanzioni su 1.4000 persone controllate solo ieri a Modena sono il 3.57% di "irregolarità" (dove per irregolarità si intende anche il solo uscire di casa a totale discrezionalità delle fdo).
I soldi per i tamponi non ci sono o sono pochi, così, invece di cercare quante più positività possibili, nel tentativo di arginare il contagio, spendiamo denaro per i droni e mettiamo i militari a caccia degli "untori" o dei presunti tali. Così facendo possiamo fornire ad una classe dirigente profondamentee irresponsabile (e intimamente fascista) qualche capro espiatorio da poter additare quotidianamente all'opinione pubblica come "responsabile" della pandemia.

Non ne usciremo bene e ce lo stanno dicendo in tutti i modi che questa per loro non è un'emergenza sanitaria ma una guerra.

modenatoday.it/attualita/contr

La lista delle vittime è stata compilata dalle associazioni che si occupano di detenuti e da siti di controinformazione e controcultura (Carmilla non è proprio un'associazione di volontari che si occupa di detenuti!) mentre dalle autorità è proseguito il silenzio più totale e manca ancora l'autopsia per i quattro deceduti durante i trasferimenti.

Tutte cose che si sapevano già ma è comunque importante, di questi tempi, trovarle scritte in un trafiletto sulla Gazzetta.

Ma il rito funebre è un rito di passaggio ed è, perciò, non soltanto una faccenda, di cui si sente la mancanza oggi, ma un trauma con cui fare pace domani. E, una società che riti non ne fa più, è una società che rischia di passare dal temporaneo contagio alla malattia cronica.

Se è vero quel che scrive Freud, noi, quando perdiamo una persona cara, non perdiamo solo lei, ma perdiamo qualcosa di noi e, sopra ogni cosa, perdiamo la relazione. Rimane un enigma non solo la morte in sé ma ciò che, di noi che restiamo, va via attraverso la perdita. ...

studiquestionecriminale.wordpr

Quindi a Modena ci sono aziende (la Camac di Vignola) che denunciano lavoratori e medici pur di mantenere al massimo le produzioni, mentre, solo ieri, 1.500 imprese chiedevano alla Prefettura di continuare a lavorare.

Poi c'è l'esercito che pattuglia strade e parchi semideserti perché "sei stato tu, con la tua ora d'aria" ad aggravare il contagio e non un padronato feroce e criminale!

Domenica 8 marzo 2020. Nove cani crepano in seguito alla rivolta nel canile di Sant’Anna, in Modena. Non verrà il Gabibbo, a indagare su quelle morti: erano cani cattivi, idrofobi, accusati di reati contro il patrimonio. Assurdi coltivatori di dipendenze. Morti come si muore nei canili, tra guaiti soffocati e anonimato. Nessuno sa come è cominciata la rivolta, nessuno sa bene quando è finita. Un balletto di versioni contrastanti e fatti occultati per giorni, una censura di Stato degna del Guatemala, del Salvador. La stampa locale, il Garante dei detenuti, le autorità, gli amministratori, tutti allineati e coperti, hanno dedicato poche parole distratte a questo inaudito eccidio modenese – il primo dopo quello delle Fonderie del 9 gennaio 1950.

carmillaonline.com/2020/03/26/

Un'importante riflessione dei medici di Bergamo:

catalyst.nejm.org/doi/full/10.

"Il coronavirus è l'Ebola dei ricchi e richiede uno sforzo transnazionale coordinato. Non è particolarmente letale, ma è molto contagioso. Più la società è medicalizzata e centralizzata, più il virus è diffuso."

Show thread

Ora ariveranno anche i droni per stanare chi esce di casa o il sequestro della macchina per chi non ha la famosa autocertificazione che cambia ogni 3 giorni, però, intanto, rispetto al giorno precedente, solo ieri, si sono fatti 8.000 tamponi in meno (su 25.000 totali) e anche in California l'elenco delle attività essenziali per il lockdownè molto più limitato rispetto a quello italiano (chiudono più aziende in pratica) mentre le misure sui cittadini sono molto meno costrittive.Ma noi siamo così, un popolo di gente che agogna la sua fetta di potere senza nemmeno sapere cosa sia la parola responsabilità.

Il punto è sempre quello, stiamo affrontando un'emergenza sanitaria esclusivamente con tecniche securitarie e reazionarie.

latimes.com/california/story/2

Show thread

Ormai lo riconosce anche Borrelli che la pandemia in Italia è fuori controllo.

Ma noi, invece che puntare tutto sul metodo e sull'intelligenza, continuiamo ad affidare la maggior parte delle tecniche di contenimento a sbirri e militari (due tra le categorie più sottosviluppate che ci siano). Basta raffrontare i dati dei controlli del Viminale con quelli dei tamponi eseguiti per rendersene conto (il prezzo, in termini economici immagino sia pure analogo se non immensamente inferiore, dall'11 al 22 marzo 2.000.000 controlli 96.000 denunce, il 4,5% sul totale , quanti secondo voi i tamponi?)

ilfattoquotidiano.it/2020/03/2

... imposizione di una tassazione patrimoniale di solidarietà per sostenere tutti i redditi, un programma emergenziale di politiche sociali per chi non può permettersi di restare a casa, lì si io scoraggerei l’individualismo forsennato di chi si rende rischioso per la tenuta del sistema sanitario, e così ci sarebbe anche la mappatura a tappeto con 100.000 tamponi disponibili, la sanità pubblica andrebbe a pieno regime e uno direbbe ah cazzo mi sto ammalando, ma tanto tutta la gente che conosco ha pagato il 40 percento del suo stipendio per le tasse, potrò pure permettermi di ammalarmi, e invece no, in un momento in cui non c’è aria di questo, vedo solo un esercito di individui meschini che hanno trovato un nuovo capro espiatorio, un untore...

isolationchronicles.wordpress.

Vecchi appunti pre-coronavirus

"I “cattivi” insomma, quelli combattuti dai “buoni”, dai cittadini perbene ovvero da «persone che segnalano ciò che danneggia la società.» Ma cosa si intende esattamente col segnalare “ciò che danneggia la società” e, soprattutto, chi sono i soggetti accusati di farlo? Non si tratta chiaramente di un quesito secondario dato che parliamo del “bersaglio” principale di politiche per le quali, Comune di Modena e Regione Emilia−Romagna, stanno investendo tanto in termini di risorse e impegno profuso.

militantduquotidien.blog/2019/

Petar boosted

And so.. it begins.. Police repression against homeless people in #Dresden Neustadt #Germany, March 21, 2020. Welcome to sanitary fascism! #coronavirus #COVID19 #Ausgangssperre #coronavirusdeutschland #coronavirusDE #antireport

Petar boosted

Autocertificazioni e lotta di classe.
Noi dobbiamo autocertificare il nostro guinzaglio di duecento metri.
I padroni invece possono autocertificare che le fabbriche dove gli operai mettono a rischio le loro vite sono sicure.
!

Petar boosted

IL COMUNICATO STAMPA DI EDDI E DEGLI ALTRI COMPAGNI CHE ERANO STATI PROPOSTI PER LA SORVEGLIANZA SPECIALE

Coronavirus, sorveglianza speciale e dovere d’informazione, perché la stampa non ha fatto il proprio dovere.

"Eddi è totalmente incensurata e non ha mai subito condanne per gli episodi elencati nel dispositivo (o per altri episodi). Ha messo la sua vita a rischio per la collettività combattendo una minaccia per tutte le donne e gli uomini del mondo.

È del tutto comprensibile che l’attuale emergenza sanitaria occupi la maggior parte degli sforzi di voi giornalisti, ma questo non può determinare un collasso della vigilanza democratica su ciò che avviene nel paese. Questa vigilanza dipende anche dall’atteggiamento dei media."

[Posto lo screen perché archive.is, non so per quale motivo, mi traduce la pagina in inglese]

Tra l'11 e il 19 marzo, secondo il Viminale sono state controllate 1.427.011 persone con 61.425 denunciati. Avessimo fatto altrettanti tamponi, nel frattempo, saremmo a cavallo.
Come affrontare un'emergenza sanitaria con metodi securitari?
Notare foto in basso!

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!