Follow

Come mai le informazioni storiche false o distorte, in grado di alimentare il «caos informativo», ricadono sempre più spesso nell'ambito di quella che è stata definita «postverità»? Perché si punta a coinvolgere emotivamente il pubblico per inibirne le capacità critiche? Quali manipolazioni vuole compiere chi diffonde questo tipo di informazioni?

E poi: «caos informativo» e «postverità» sono tratti distintivi della nostra epoca, o è possibile individuarne le tracce in altri momenti della storia del Novecento?

A queste domande ho cercato di dare una prima risposta in questo articolo, pubblicato sull'ultimo numero di Diacronie. Studi di Storia Contemporanea.

Se vi va, leggetelo. A me farebbe piacere sapere cosa ne pensate

studistorici.com/2020/10/29/sg

· · Web · 2 · 1 · 4
@PuncoX Come avremmo definito "la donazione di Costantino", I protocolli dei savi di sion o i racconti dei miracoli di cristo e la sua stessa resurrezione? .. la post-veritá presuppone che un tempo ci fosse la veritá.. cosa tutta da dimostrare.
Consiglio di riprendere le riflessioni di Wittgenstein sulla certezza, tipo le Ricerche filosofiche..

@PuncoX ho incominciato a leggere e trovo molto interessante la tua citazione della #Arendt.

@a_marescotti troppo buono... Se riesci a leggerlo tutto, mi fa piacere sapere cosa ne pensi

@PuncoX ho finito di leggere adesso il tuo saggio e devo farti i complimenti perché ho imparato una terminologia nuova e ho scoperto la Public Hystory, una cosa che ho praticato senza saperlo. Quando avevo 16-17 anni mio padre mi portò a conoscere i suoi compagni di lotta durante la Resistenza. Raccogliemmo varie interviste a persone di cui altrimenti si sarebbe persa la memoria. Prima che mio padre morisse creai un archivio sul paese dove mio padre ha fatto la Resistenza: www.voltana.it

@PuncoX le classi dominanti generano caos informativo e caos in generale nella propria controparte. Le teorie sul #5G sono il campo attuale di battaglia, ad esempio. Le classi dominanti iniettano nell'opinione pubblica errori di percezione e di decodifica della realtà, inseriscono #fake allo scopo di screditare gli oppositori. Il potere ha una tale #egemonia da generare un #contropotere di comodo, screditato e complottista. Il caso del #covid è eclatante. Anche sull'#Ilva hanno cercato di farlo.

@PuncoX mannaggia, ho cancellato per errore un altro commento che avevo fatto al tuo saggio e che riguardava la seconda parte, sull'uso politico della storia, frutto di un'egemonia perversa così forte che riesce a modificare la memoria e la stessa oggettiva ricostruzione del passato fatta dagli storici. È l'egemonia delle classi dominanti, quella un tempo dei re che riscrivevano la storia in funzione dei loro bisogni. Buona serata.

@a_marescotti

È vero! È esattamente il processo al quale stiamo assistendo. Condivido anche l'interpretazione gramsciana alla quale fai riferimento

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida