Mi sovvengono tali parole di Wittgenstein:

«a che vale studiare filosofia se serve soltanto a consentirci di parlare con qualche plausibilità di astrusi problemi di logica, ecc., e se non migliora il nostro modo di pensare ai problemi importanti della vita quotidiana, se non ci rende più coscienziosi di un qualsiasi… giornalista nell’impiego delle frasi pericolose come quelle di cui si avvale la gente per i suoi scopi.»

Show thread

"[…] così come l'indisponibilità della propria vita, sono parte integrante di questo zoccolo duro della democrazia."

Viscide argomentazioni, apparse su di un quotidiano locale, in contrasto all'eutanasia legale e in relazione alle recenti vicende di "Mario", il paziente marchigiano tetraplegico.

L'usuale, storica incapacità di rinunciare al desiderio di possesso delle altrui esistenze.

@cameravalentina Reputo sia sempre tanto inevitabile quanto necessario domandarsi dove si stia andando e perché.

«La durata è la forma delle cose.», se credi nel tuo agire prosegui nel tuo lavoro di sensibilizzazione e liberazione, troverai via via i modi giusti.

@cameravalentina
Lo sfogo è salutare direi, e non è un problema leggerne, anzi.
Aggiungo solo una mia riflessione, la quale vuole andare oltre la tua esperienza.

Fuori dall'ambito di un contratto lavorativo ho sempre pensato che ogni nostra attività, in particolar modo quando svolta a favore altrui o della collettività, debba esser svolta per una volontà (o piacere, definiscilo come vuoi) che non consideri un eventuale ritorno.

Comprendo sia un agire forse fin troppo illuminato considerata l'umana natura, ma ritengo anche sia una fulgida via da tentare di percorrere.

Lieti giorni.

"La voce dei no-vax sulle radio pirata"

"[…] al di la delle ideologie e delle posizioni che si possono avere sulla questione dei vaccini e dei lasciapassare, la comparsa di una No-vax deve farci pensare quantomeno che il sentimento di limitata in Italia stia effettivamente crescendo.
E questo è un segnale peggiore di quello in onde corte."

panorama.it/Tecnologia/voce-no

"Nonno nel campo di mais costruiranno un parcheggio di quattro piani,
Nonno dove tenevi le bestie venderanno i surgelati.

Non per la prima volta vediamo la luna cambiar volto,
ma ogni volta che svanisce temiamo non faccia più ritorno."

yewtu.be/watch?v=xlCZ3ryekVY

@diorama La frase di @bbacc "Ho 30 anni e la consapevolezza di stare buttando intelligenza, energia, talenti, tutto, perché […]" potrebbe esser da molti adottata con un diverso seguito dopo quel "perché".
@malerbabomba mi pare abbia espresso empatia verso il disagio descritto, senza per questo volerlo sminuire tramite l'usuale strumento del "di cosa ti lamenti."

Esprimo ciò non per difendere qualcuno che difesa non richiede o necessita, bensì per preservare il principio della presunzione di innocenza (buona fede, in questo caso.)

Sulla scientifica e umanistica.

Tratto da "Dall'eternità a qui", Sean Carroll, 2010.

"Distribuiti dai militari bielorussi in dosi sconsiderate per grandi e piccoli, i tranquillanti assicurano che gli stranieri spinti armi in spalla dai corpi speciali non comincino a piangere nel bel mezzo del bosco, di notte, dove la Lituania sorveglia la frontiera con droni e sensori nascosti tra gli alberi. Quando colti sul fatto comincia la sceneggiata: le forze bielorusse accendono le videocamere e spingono i migranti verso le pattuglie lituane disposte per impedirne il passaggio. Al resto pensa la propaganda di regime[...]"

Reportage di Nello
I "usati" da Minsk sbattono sui muri dell'Europa.
avvenire.it/opinioni/pagine/i-




"Viviamo senza più fiutare sotto di noi il paese."
Osip Mandel'štam.

Viviamo senza più fiutare sotto di noi il paese,
a dieci passi le nostre voci sono già bell’e sperse,
e dovunque ci sia spazio per una conversazioncina
eccoli ad evocarti il montanaro del Cremlino.
Le sue tozze dita come vermi sono grasse
e sono esatte le sue parole come i pesi d’un ginnasta.
Se la ridono i suoi occhiacci da blatta
e i suoi gambali scoccano neri lampi.

Ha intorno una marmaglia di gerarchi dal collo sottile:
i servigi di mezzi uomini lo mandano in visibilio.
Chi zirla, chi miagola, chi fa il piagnucolone;
lui, lui solo, mazzapicchia e rifila spintoni.
Come ferri di cavallo, decreti su decreti egli appioppa:
all’inguine, in fronte, a un sopracciglio, in un occhio.
Ogni esecuzione, con lui, è una lieta
cuccagna ed un ampio torace di osseta.

«Grazie, grazie dell'amore, quello conta, l'odio è per i poveri stronzi.»

“Gamification: la fabbrica senza limiti”, “fabbrica sempre più a misura d’uomo.”

Aberrante.

Pensando a chi inneggia alla negazione delle cure per i non vaccinati, sentendosi ispirato dalla quella rinuncia al pensiero chiamata spesso "buon senso".

(Tratto da "La trahison des clercs" di Julien Benda.)

"Covid, Bertolaso: «Green pass? Ritirarlo a chi non fa la terza dose del vaccino.»"

ilgiorno.it/cronaca/green-pass

incommentabile.

"The Calm Before the Swarm: Notre Dame Researcher Prints Swarm of Insects"

«Even if they’re not explicitly armed, one shudders at the thought of what dystopian conclusions could be drawn from applying collective behavior research to robots or humans. Norbert Wiener, the father of cybernetics, once said in his 1950 book, The Human Use of Human Beings, “If man were to adopt [the ant community] as a pattern, he would live in a state, …[whereby] each individual is conditioned from birth for his proper occupation” (p. 51).»

3dprint.com/286075/the-calm-be

Attenzione, comprensione, affetto, amore… ciascuno ne domanda, ma darne è spesso rimandabile a domani, se quel domani verrà.

@bluberrycookie Bussare potrebbe delegittimare il lamentarsi, come viver poi?

Show older
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida