@topofila @Raw_Kindness @pandora @Anti_Edipo

Pensa che 15 anni fa non era possibile fare foto e chi si avventurava in quel quartiere solo per curiosare - e non per andare con i/le ragazz*-, veniva allontanato/a senza troppi fronzoli.
Questa è

@topofila @Raw_Kindness @pandora @Anti_Edipo
Come dissi in un'intervista a Radio Black Out di un paio di mesi fa, se non si riesce a risolvere la questione interna al quartiere, si rischia che questa parte centrale della città diventi come è Piazza Teatro e tutte le vie tra Via San Giuliano e Via Vittorio Emanuele: locali, alberghi e B&B

@topofila @Raw_Kindness @pandora @Anti_Edipo i
Non è un caso che, per esempio, la polizia vada spesso a fare retate contro i gambiani, danneggiando sia loro che i/le ragazz* che lavorano come sex workers.
E la presenza della polizia esaspera gli animi di tutti questi abitanti.
Chi gongola su tutto questo sono quei gruppi economici interessati a speculare su quella parte centrale della città.
Una presenza di spacciatori e di prostitute con retate annesse significa che i prezzi delle case (quella agibili si intende) si abbassano ulteriormente. E per questi gruppi interessati è un bene.

@topofila @Raw_Kindness @pandora @Anti_Edipo
Il problema che si è posto in questi ultimi anni è stato l'inizio del processo gentrificativo del quartiere. Come detto da Raw, una parte del quartiere (quello che corrisponde a Piazza delle Belle) è stato oggetto di speculazione di locali; il resto è ancora sotto la lente d'ingrandimento. Il problema del resto è che vi sono dei dissidi tra migranti (senegalesi e gambiani) e i/le ragazz* e i gambiani. I dissidi nascono da fattori di controllare parti del quartiere e dal pestarsi i piedi (detto terra terra: spaccio dei gambiani vs prostituzione dei/delle ragazz* e piccoli negozi riconosciuti o meno dei senegalesi)

@topofila @Raw_Kindness @pandora @Anti_Edipo

Parlare di San Berillo non è una cosa semplice. Il suo tessuto sociale è cambiato sia a causa dello stravolgimenti urbani che arrivi di migranti negli ultimi 30 anni.
Sullo stravolgimento urbano, Wikipedia è una fonte orientativa su quello che è accaduto in passato e sul lavoro di "Sacco" che volevano fare ai tempi.
Riguardo l'arrivo dei/delle migranti abbiamo avuto due ondate: la prima fu quella dei senegalesi e la seconda, quella attuale dopo la chiusura del CARA di Mineo, dei gambiani.

Da una compagna cilena: il risveglio del Cile

Pochi giorni fa, il 18 ottobre 2019, è scoppiata la rivolta sociale più grande ed unitaria che il Cile abbia mai visto. Qualche giorno prima, il movimento studentesco aveva invitato a non pagare il servizio di trasporto pubblico, come forma di protesta per un nuovo aumento del biglietto (il più caro in America Latina) nella capitale Santiago. Il governo del neoliberista Sebastian Piñera ha reagito subito con la forza, dichiarando lo Stato di Emergenza, limitando le libertà individuali e di movimento (coprifuoco), sguinzagliando le forze militari contro un popolo che si era unito finalmente per dire basta a 30 anni di schiavitù economica.

gruppoanarchicochimera.noblogs

Cile. La violenza politica sessuale: strumento repressivo in dittatura e in democrazia

Gli ultimi giorni dell’Estado de Emergencia hanno registrato 1692 persone arrestate, 226 ferite, 5 uccise per presunte azioni da parte degli agenti statali e 3 denunce di violenza sessuale. Questi sono solo i dati ufficiali registrati dall’Instituto Nacional de Derechos Humanos (INDH).[1] E sono questi: dati. Molti altri sono i racconti che mostrano la brutalità delle forze repressive. Questo sabato[2] Pamela fu arrestata in un caceroleo con suo padre nel settore di San Isidro. Dirett* verso la stazione di polizia, uno degli agenti di polizia ha minacciato di aggredirla sessualmente, gridando “vediamo se ti piace nel culo!”.[3]

gruppoanarchicochimera.noblogs

HELP!

Visto che il 25N ci sarà la giornata contro la violenza sulle donne, vogliamo uscire dagli schemi istituzionali e vetero-compagnoni. Cerchiamo come @GruppoAnarchicoChimera due disegni per due tematiche di volantini a sfondo transfemminista queer da attacchinare a Catania e dintorni nelle prossime due settimane.
Tematiche:
1-contro il lavoro domestico
2-contro il lavoro di cura

Visto che il 25N ci sarà la giornata contro la violenza sulle donne, vogliamo uscire dagli schemi istituzionali e vetero-compagnoni. Cerchiamo come @GruppoAnarchicoChimera due disegni per due tematiche di volantini a sfondo transfemminista queer da attacchinare a Catania e dintorni nelle prossime due settimane.
Tematiche:
1-contro il lavoro domestico
2-contro il lavoro di cura

@Babayaga @ombrerosse_

se sei su fb e cerchi l'evento che ho descritto, capisci di chi sto parlando

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!