RT @maurizioacerbo@twitter.com

È morto a 95 anni #NedoFiano, testimone dell'orrore di Auschwitz e Birkenau. A @emanuelefiano@twitter.com e a tutti i familiari il cordoglio di Rifondazione Comunista. #maipiùfascismo

🐦🔗: twitter.com/maurizioacerbo/sta

RT @ANPIRomaPosti@twitter.com

Dal 12 al 20 dicembre 1941 presso il Campo di Sterminio di #Jasenovac in #Croazia le truppe fasciste degli #Ustascia croati massacrarono circa 170 persone tra serbi ed ebrei. La maggior parte delle vittime vennero sgozzate con armi bianche o massacrate a colpi di mazze o bastoni.

🐦🔗: twitter.com/ANPIRomaPosti/stat

Ciò che sapevo prima di leggere e di come avevo vissuto quegli anni, l'anno scorso l'avevo riassunto qui:

twitter.com/ValerioMinnella/st

Show thread

Io credo (e credo anche tanti di voi) di saperne abbastanza della strage, dei 145 (uno ogni tre giorni) attentati fascisti avvenuti in Italia nel '69, della morte di Pinelli, etc., etc..

Eppure, nel leggere questo libro, ho imparato tanto altro, ma soprattutto ho scoperto che tanti, tantissimi, sapevano dell'attentato ancor prima che avvenisse.

In ogni pagina si racconta di qualcuno che parlò, che sapeva, che testimoniò; compaiono prove acquisite, documenti, fatti.
La verità era conosciuta prima, durante e dopo i fatti.

Quello che sappiamo è davvero poco rispetto a ciò che dovremmo conoscere.

Comprate il libro e, soprattutto, fatelo leggere ai giovani, che in questi anni sono stati scientemente tenuti all'oscuro.

Show thread


Nell'ottobre-novembre 1969 venne effettuata la prova pratica di collegamento dell'innesco a un timer "anche questa volta nell'ufficio del dr. Freda".

Queste, in sintesi, le parole Tullio Fabris, l'elettricista che assemblò il timer della bomba.

Questa frase l'ho estratta dal libro "La Strage Di Piazza Fontana" di Saverio Ferrari del "Osservatorio Democratico sulle Nuove Destre".

Ferrari ha scritto questo libro con la filosofia del contabile che registra entrate e uscite in partita doppia.

Praticamente non ci sono commenti e giudizi, ma solo meticolosi estratti da documenti ufficiali e resoconti incontestati, trascritti uno sotto l'altro, con puntigliosa precisione.

Questa asetticità trasforma ogni paragrafo in una stilettata che ti lascia senza fiato.

Lo sapevamo, ma vale la pena ricordarlo:

Il finanziatore della del 1980 è Licio , volontario delle in , ladro dell'oro Yugoslavo, creatore della loggia massonica (quella del Berlusca), pluricondannto, etc..

Gli esecutori Mambro, Fioravanti, Ciavardini e altri singoli e gruppi criminali della destra neofascista.

Oggi ricomincia il processo a , non dimentichiamocene.

ilfattoquotidiano.it/in-edicol

15 novembre 2020 DOMENICATA ANTIFASCISTA nella BOLOGNINA RESISTENTE
In occasione della ricorrenza della 'Battaglia della Bolognina' del Novembre 1944 ci vogliamo ritrovare per una domenica di convivialità e resistenza dal basso.

Dalle h14 in Pizza dell'Unità' con:

PRANZO POPOLARE--> Causa ultime  ordinanza NON potremo p
ecn.org/xm24/2020/11/11/15-nov

Pare che nell’ultimo anno lo Stato abbia destinato alle spese militari 26 miliardi di euro. Tutto questo mentre il paese si chiude in zone rosse, arancioni e gialle. I tanto sbandierati diritti a sanità e istruzione vengono barattati con mine, bombe e spudorata arroganza machista in divisa. [...]
In coda a questo piccolo pipponcino, mi vedo costretta a comunicare il male minore. Tutte le date di novembre sono saltate
filosottile.noblogs.org/post/2

@NicholasLaney @radiocittafujiko @ValerioMinnella l'autore del "fumetto" - orrendo - è anche editore di e già portavoce di a milano
il distributore è di proprietà dello stesso proprietario di pivert e ilprimatonazionale, cioè
web.archive.org/web/2020101213

fascisti allo scoperto

:boost_ok: 0% SCONTI
AL FASCISMO

BOICOTTA LA
LIBRERIA NANNI
E I DEPISTAGGI
SULLA STRAGE
DI BOLOGNA

"[...] una delle più antiche librerie di Bologna ospita le peggiori letture fasciste e complici dei depistaggi sulla Strage di Bologna. Da alcuni anni, le vetrine della libreria Nanni sono gremite di memoriali di gerarchi nazisti, di opere di storici revisionisti, di apologie di Mussolini ed edizioni d’ispirazione nazista e fascista. [...] non è tollerabile la propaganda di questi falsi storici e giudiziari di stampo piduista. [...] Invitiamo realtà antifasciste e singole persone a coordinarsi e prendere iniziativa al boicottaggio, ciascuna secondo mezzi e pratiche che riterranno più opportune."

testo completo: hastebin.com/raw/eqetizocoq

Fumetto Negazionista.

A due passi da Piazza Maggiore c'è la Libreria Nanni, una delle più antiche librerie di Bologna.
Però da alcuni anni le sue vetrine sono costantemente gremite di memoriali di gerarchi nazisti, di opere di storici revisionisti, di apologie di Mussolini ed edizioni d’ispirazione nazista e fascista.

Ai clienti che in questi anni hanno protestato è sempre stato risposto che una libreria vende libri e che quelli sono appunto libri, ma la notevole quantità di editoria filofascista che viene esposta regolarmente indica ormai un’evidente presa di posizione politica e una forma dissimulata di propaganda.

Una libreria è sempre un luogo prezioso, tuttavia invitiamo tutte e tutti coloro che hanno a cuore la libertà e i buoni libri a non comprare più nulla dalla Libreria Nanni.

@diorama @OigRoig @Nausicaa @manto

Per bolognesi e limitrofi:
Stasera, ore 20,30, al , "Mostre & fiere" un freakshow di monologhi mutanti e canzoni grottesche di @filo_sottile .

mastodon.social/@filo_sottile/

Qui c'è la mia intervista di ieri a @radiocittafujiko, ma il sindaco Merola, o chi per lui, non ha ancora revocato la sala ai fascisti.

Mancano poco più di 24 ore.

mastodon.bida.im/@radiocittafu

Ci risiamo!

I fasci tentano nuovamente di spacciare a le loro menzogne e i depistaggi sulla del 1980.

Questo dovrebbe succedere il 17 settembre alla Sala dell'Angelo (sala comunale).

Invito tutti i bolognesi (ma anche non) a far circolare questa notizia e a contattare politici, giornalisti, gruppi, cittadini per obbligare Virginio Merola a revocare la concessione della sala.
Perché a Bologna, martoriata dai terroristi fascisti, non è tollerabile la propaganda di questi falsi storici e giudiziari di stampo piduista.



In corteo per il 2 agosto: “Strage fascista, strage di Stato” [video + foto]

Oggi il 40esimo anniversario dell'attentato in stazione. Commemorazione ufficiale in piazza Maggiore a causa delle restrizioni anti-Covid. C'è Casellati, che dice: "Chi azzarda interrogativi o verifica ipotesi non sia tacciato di depistaggio". In centinaia raggiungono comunque piazza Medaglie d'oro. La matrice della b

zic.it/in-corteo-per-il-2-agos

Show more
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida