Pinned toot

Dalla primavera 2019 stiamo lavorando al nuovo romanzo collettivo. Scriverlo sarà la nostra principale attività nel 2020 e nei primi mesi del 2021. Abbiamo già l’ambientazione storica e geografica, più o meno 4/5 dell’intreccio, e tutti i personaggi.

wumingfoundation.com/giap/2020

«Un’operazione da MinCulPop, essendo il fumetto un racconto distorto e inesatto e privo di qualsiasi ricostruzione storica di un dramma quale furono le “foibe” [...] La Regione Piemonte , decorata con medaglia d’oro al merito civile per la Resistenza , non può piegarsi ad una operazione politica neofascista e farsene protagonista.»
Dal comunicato dell'ANPI provinciale Torino.
anpitorino.it/2020/02/13/comun

Torino, domani, martedì 18 febbraio, h.17, presidio sotto la sede dell'Ufficio scolastico regionale (Corso Vittorio Emanuele II, 70, metro Umberto I.), per protestare contro la penetrazione di propaganda neofascista nelle scuole, no al fumetto «Foiba rossa», comprato in migliaia e migliaia di copie dalla Regione Piemonte (quindi con soldi dei contribuenti, anche di quelli antifascisti) per distribuirlo nelle scuole.
archive.is/0DoHL

Student Hotel, ma quale “ribellione artistica”!

Un commento del regista teatrale Nicola Borghesi: se coloro che abiteranno allo studentato di lusso che aprirà nel palazzo ex Telecom "vogliono sapere cos'è la lotta, se lo facciano spiegare dalla tredicenne" sgomberata cinque anni fa da quello stabile insieme ad altre 300 persone.

zic.it/student-hotel-ma-quale-

Some Google employees made a website. I would summarize their three objections as follows:

1) helping out border patrol and immigration with data
2) helping the fossil fuel industry with machine learning
3) doing (and publicly asking for more) mercenary work

I think these are also valid reasons to leave Google as a customer.

alphabetworkers.org/resignatio

#google #deletegoogle

La terzina della domenica è tratta dal Paradiso di Dante: parla della sentenza di una Sibilla, che andò perduta perché scritta su foglie leggere. Scopri i retroscena di questo curioso modo di prevedere il futuro nell'ep. 137 di in pillole: invidio.us/watch?v=SjiUSOSoK7I

La cronaca nera della provincia ferrarese è sempre, sempre, sempre la più psichedelica. Il livello di devasto e disgregazione psico-sociale che si può trovare da quelle parti è probabilmente insuperabile in tutta l'Europa occidentale. Disclaimer: chi scrive questo toot c'è cresciuto, nella provincia ferrarese, e di quel devasto si ritiene un vero intenditore.
bologna.repubblica.it/cronaca/

Quest'anno molte sezioni ANPI hanno contestato l'impianto del Giorno del Ricordo. L'ANPI di Ronchi [«dei Legionari» è un'escrescenza abusiva che ci rifiutiamo di usare] si è rifiutata di partecipare alla cerimonia cittadina. Su questa questione l'associazione si sta svegliando e, a suo modo, radicalizzando in sempre più parti d'Italia, Fino all'anno scorso le sezioni che prendevano posizione sulla questione foibe si contavano sulle dita di tre mani e l'ANPI nazionale era avviluppata in un paralizzante raoulpupismo. Le cose si muovono veloci.

Sabato 29, in Cirenaica: “Perchè il ricordo di Orso torni tra le/gli altre/i partigiane/i”

Diverse realtà cittadine danno ppuntamento al giardino Giusti: poi camminata per le strade del rione insieme al padre di Lorenzo Orsetti, mentre "in Rojava, dopo l'offensiva turca, si continua a combattere e a morire, pur nell'indifferenza dei media e della politica internazionale".

zic.it/sabato-29-in-cirenaica-

Casalecchio è l'Emilia-in-miniatura: politiche di destra del Pd, cemento, enormi ricchezze private. E in nome del «non ci sono i soldi» ora attacca il suo polmone verde: carmillaonline.com/2020/02/13/

Bisognava arrivare al 2020 – forse ci voleva il cambio di decennio? – perché molti si accorgessero che *da anni*, come scrive Nicoletta Bourbaki, «istituzioni locali e a volte dirigenti scolastici affidano orazioni pubbliche e conferenze su "foibe" ed "esodo istriano" a negazionisti della Shoah, apologeti del nazifascismo, giustificatori di stragi hitleriane come Montesole o le Fosse Ardeatine», e si protestasse per questo. Come si diceva: meglio tardi che mai.
roma.repubblica.it/cronaca/202

In questi anni di Giorno del Ricordo siamo stati davvero pochi a far notare i labari della X Mas e le bandiere repubblichine alla cerimonia del 10 febbraio a Basovizza. I caporioni del "centrosinistra" presenti fingevano di non vederli, i media li ignoravano, al massimo si diceva che era una "strumentalizzazione". E invece no, quei labari, stendardi e gonfaloni erano nel loro posto naturale. Erano *tutti gli altri*, in teoria, i sedicenti antifascisti, a essere fuori posto.

Scontri e cariche di celere a Torino sulla questione foibe. Dopo 15 anni di apparenza bipartisan, finalmente il discorso foibologico torna a essere associato ai fascisti, com'è naturale. Da una parte i fascisti, dall'altra gli antifascisti e pian piano non solo loro. Le foibe sono divisive, il "consenso" foibologico sta finendo, il 10 febbraio deve diventare una rogna, una brutta gatta da pelare, sconventiente per le istituzioni. Questo pezzo, poi, (giustamente) collega la tensione in ateneo anche alla decisione di distribuire il fumettazzo fascista nelle scuole piemontesi. Perfetto.
torino.repubblica.it/cronaca/2

Prendere il treno significa sorbirsi ogni dannata volta la violenza classista della vocina preregistrata che avverte "fate attenzione ai borseggiatori", sebbene nessuno abbia MAI tentato di rubarmi cose in una stazione.
Il biglietto del treno invece questo gennaio, come anche l'anno prima, è aumentato senza motivo di altri 25 centesimi. Ora fare 70km costa almeno 7.75
Chi è allora il borseggiatore?

"Fate attenzione a Trenitalia"

Questa sera ad Alba la presentazione de La buona educazione degli oppressi (via Gioberti 7 ore 21)

Non ci saremmo mai aspettati di sentire un'esponente del M5S esercitare in questo modo la *parresìa* sulle foibe, il parlar franco di fronte al potere, incuranti delle conseguenze su di sé. In splendida solitudine, «come Karl Liebknecht al Reichstag nel 1914» (Tuco), a Roma Gemma Guerrini si è opposta alla cittadinanza onoraria a Norma Cossetto. Questa volta, chapeau.
romatoday.it/politica/gemma-gu

Qualcosa sta smottando. Anche i toni dell'ANPI nazionale sono un po' diversi da quelli degli anni scorsi, meno inutilmente cauti. Soliti caveat, ma c'è la frase «non furono uccisi perché italiani ma perché erano fascisti e spie», e un attacco deciso all'uso strumentale e capovolto del termine «negazionismo».

repubblica.it/politica/2020/02

Show more

Wu Ming Foundation's choices:

Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!