Chi è il "post"-fascista Roberto Menia, a cui il candidato PD alla presidenza della Toscana ha affidato il discorso ufficiale del Giorno del Ricordo in consiglio regionale.
perunaltracitta.org/2020/02/11

Show thread

Il post uscito su Giap il 10 febbraio ha fatto strippare le destre, e così hanno attaccato... @vukbuk. Naturalmente alla presentazione de «La buona educazione degli oppressi» non si è presentato nessuno di questi cuoridleone.
archive.is/fEMYd

Show thread

Pietre d'inciampo per ricordare le «vittime delle foibe»? Ecco un altro esempio di come la narrazione foibologica scimmiotti in maniera indecente quella sulla Shoah. La strategia è stata sin dall'inizio quella dell'«olocaustizzazione». Quando è troppo è troppo, e arrivano voci di protesta dal mondo ebraico.
rainews.it/tgr/fvg/articoli/20

Show thread

Stanno tirando troppo la corda, svelandosi da soli e dimostrando che tutta questa solfa sulle foibe è una narrazione (c) by estrema destra since 1945. Persino nel cuore del reazionario Veneto la narrazione comincia a puzzare e qualcuno si sveglia. Meglio tardi che mai.
tribunatreviso.gelocal.it/trev

Show thread

La Regione Piemonte vuole distribuire nelle scuole il solito fumettazzo fascista (in pratica edito da Forza Nuova) su Norma Cossetto, pieno di sfondoni e falsità.
torino.repubblica.it/cronaca/2

Show thread

Qualcosa sta smottando. Anche i toni dell'ANPI nazionale sono un po' diversi da quelli degli anni scorsi, meno inutilmente cauti. Soliti caveat, ma c'è la frase «non furono uccisi perché italiani ma perché erano fascisti e spie», e un attacco deciso all'uso strumentale e capovolto del termine «negazionismo».

repubblica.it/politica/2020/02

Show thread

Non ci saremmo mai aspettati di sentire un'esponente del M5S esercitare in questo modo la *parresìa* sulle foibe, il parlar franco di fronte al potere, incuranti delle conseguenze su di sé. In splendida solitudine, «come Karl Liebknecht al Reichstag nel 1914» (Tuco), a Roma Gemma Guerrini si è opposta alla cittadinanza onoraria a Norma Cossetto. Questa volta, chapeau.
romatoday.it/politica/gemma-gu

Show thread

Scontri e cariche di celere a Torino sulla questione foibe. Dopo 15 anni di apparenza bipartisan, finalmente il discorso foibologico torna a essere associato ai fascisti, com'è naturale. Da una parte i fascisti, dall'altra gli antifascisti e pian piano non solo loro. Le foibe sono divisive, il "consenso" foibologico sta finendo, il 10 febbraio deve diventare una rogna, una brutta gatta da pelare, sconventiente per le istituzioni. Questo pezzo, poi, (giustamente) collega la tensione in ateneo anche alla decisione di distribuire il fumettazzo fascista nelle scuole piemontesi. Perfetto.
torino.repubblica.it/cronaca/2

Show thread

In questi anni di Giorno del Ricordo siamo stati davvero pochi a far notare i labari della X Mas e le bandiere repubblichine alla cerimonia del 10 febbraio a Basovizza. I caporioni del "centrosinistra" presenti fingevano di non vederli, i media li ignoravano, al massimo si diceva che era una "strumentalizzazione". E invece no, quei labari, stendardi e gonfaloni erano nel loro posto naturale. Erano *tutti gli altri*, in teoria, i sedicenti antifascisti, a essere fuori posto.

Show thread

Bisognava arrivare al 2020 – forse ci voleva il cambio di decennio? – perché molti si accorgessero che *da anni*, come scrive Nicoletta Bourbaki, «istituzioni locali e a volte dirigenti scolastici affidano orazioni pubbliche e conferenze su "foibe" ed "esodo istriano" a negazionisti della Shoah, apologeti del nazifascismo, giustificatori di stragi hitleriane come Montesole o le Fosse Ardeatine», e si protestasse per questo. Come si diceva: meglio tardi che mai.
roma.repubblica.it/cronaca/202

Show thread

Quest'anno molte sezioni ANPI hanno contestato l'impianto del Giorno del Ricordo. L'ANPI di Ronchi [«dei Legionari» è un'escrescenza abusiva che ci rifiutiamo di usare] si è rifiutata di partecipare alla cerimonia cittadina. Su questa questione l'associazione si sta svegliando e, a suo modo, radicalizzando in sempre più parti d'Italia, Fino all'anno scorso le sezioni che prendevano posizione sulla questione foibe si contavano sulle dita di tre mani e l'ANPI nazionale era avviluppata in un paralizzante raoulpupismo. Le cose si muovono veloci.

Show thread

Torino, domani, martedì 18 febbraio, h.17, presidio sotto la sede dell'Ufficio scolastico regionale (Corso Vittorio Emanuele II, 70, metro Umberto I.), per protestare contro la penetrazione di propaganda neofascista nelle scuole, no al fumetto «Foiba rossa», comprato in migliaia e migliaia di copie dalla Regione Piemonte (quindi con soldi dei contribuenti, anche di quelli antifascisti) per distribuirlo nelle scuole.
archive.is/0DoHL

Show thread

«Un’operazione da MinCulPop, essendo il fumetto un racconto distorto e inesatto e privo di qualsiasi ricostruzione storica di un dramma quale furono le “foibe” [...] La Regione Piemonte , decorata con medaglia d’oro al merito civile per la Resistenza , non può piegarsi ad una operazione politica neofascista e farsene protagonista.»
Dal comunicato dell'ANPI provinciale Torino.
anpitorino.it/2020/02/13/comun

Show thread

@Wu_Ming_Foundt
Che poi "uccisi perché italiani" è uguale a "vittime delle ideologie nazionalistiche". Quantomeno incauto per dei nazionalisti, soprattutto a ottant'anni dai fatti. Mi pare la solita retorica strampalata.

@Wu_Ming_Foundt il fatto che qualcuno ricordi le ultime Foucault, come Wu Ming, mi rincuora.

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!