La storia del disastro ambientale della base militare di Quirra (Sardegna) in una canzone inviataci da youtu.be/ymVvWbz9wIM

CAN boosted
CAN boosted

Sto facendo pulizia dei dati che ha su di me, è impressionate la quantità e la qualità dei dati che hanno a disposizione per ogni essere umano connesso.
Bisogna trovare il modo di uscire da questo subdolo controllo globale e totale!
Fatevi un giro sulla gestione attività del vostro account Google (chi ne ha uno) e vi verranno i brividi!

CAN boosted

Le sedicenti «inchieste storiche» di Pansa erano in realtà, in gran parte, opere di fiction. È stato dimostrato, più volte si sono sviscerate le tecniche e gli stratagemmi a cui Pansa ha fatto ricorso da «Il sangue dei vinti» in poi.

Lo ha fatto Ilenia Rossini nel suo «L’uso pubblico della Resistenza: il "caso Pansa" tra vecchie e nuove polemiche»
academia.edu/1720067/L_uso_pub

Lo ha fatto Gino Candreva nel suo «La storiografia à la carte di Giampaolo Pansa»
storieinmovimento.org/wp-conte

Lo hanno fatto molti altri, ma è servito a poco: Pansa se ne fregava e continuava a scodellare quasi-romanzi spacciati per tutt'altro.

Sapeva bene che nessuno «smontaggio» avrebbe raggiunto i suoi lettori.

Sapeva che ai suoi fan, molti dei quali tout court fascisti, della verità fattuale non è mai fottuto niente.

Immagini da Torino: Manifestazione No TAV – Con Nicoletta per liberare tutti e tutte 11/01/2020

[nggallery id="19"]

cannovara.noblogs.org/?p=881

Oggi a Torino come Coordinamento Antifascista Interprovinciale BI NO VC con Coordinamento e Comitato Antifascista

Noi Partigiane e Partigiani contro la repressione, immagini dal presidio 04/01/2020

[nggallery id="18"]

cannovara.noblogs.org/?page_id

Noi Partigiane e Partigiani contro la repressione

Nicoletta Dosio, militante NO TAV da sempre, ha 73 anni ed è stata portata in prigione per
una manifestazione del 2012, al casello di Avigliana sull’autostrada del Frejus.
Da anni il movimento NO TAV è sistematicamente colpito da una repressione feroce.
Limitazioni, obblighi, arresti, non sono riusciti – e mai riusciranno – ad arginare la legittima
voce di una lotta popolare che si batte per

cannovara.noblogs.org/?p=699

Il 31 dicembre a Milano per Nicoletta è stata occasione per ritrovarci e discutere con compagn@ e per rinnovare la solidarietà a Rosalba di youtu.be/iYGA1274Z_0

CAN boosted

Anche a la solidarietà a Nicoletta Dosio e ai No TAV. I media stanno dando pochissima attenzione e non stupisce: la linea è nascondere la lotta, fare passare l'idea che questa si è dissolta, che ormai è finita.
Nicoletta ha intrapreso un percorso difficile e doloroso, pur nella serenità della propria coscienza individuale e politica, proprio per tenere i riflettori puntati su questa "grande opera" in un contesto politico ed economico che vuole raccontarcela come vincente e ben avviata, non potendo più come indispensabile o quantomeno utile.
A noi il compito di dimostrare che la lotta non è affatto terminata, che siamo solidali, che vogliamo la libertà di Nicoletta perchè questa le spetta e le viene negata proprio per cercare di intimidire e scoraggiare la lotta.
Sabato 4/1 in piazza delle Erbe a alle 15

CAN boosted

:antifa: Siamo a quasi alla fine di questo 2019. Le armi per difendersi dai rimangono le stesse. Un breve ripasso per tutti e tutte coloro che ci tengono davvero al .

IL LIBRO.
Ricco di informazioni utili per smentire le trite e ritrite armi fasciste su paludi e tredicesime. In caso, se lanciato con una certa rotazione può essere un'ottima arma di difesa.

militanzagrafica.it/il-peggior

La tragica lista si allunga anche oggi. Il ripetuto insopportabile utilizzo della definizione "morte bianca", forse per affinità con natale o per nostalgia degli inverni innevati. Oppure per distinguerla, una morte senza colpevoli, una morte pulita.

corriere.it/cronache/19_dicemb

La registrazione della serata del 16/11/2019 con Giulio Di Luzio e il suo "Hooligans di stato" e Associazione Contro gli Abusi in Divisa ONLUS

youtu.be/ptBgizug23s

Invitiamo a partecipare a "Vi ricordate di Piazza Fontana? Fu strage di stato". A ridosso del cinquantesimo della strage di piazza Fontana, con lo stato mandante e la mano fascista obbediente esecutrice, e dell'assassinio di Pino Pinelli nelle stanze della questura milanese - ma tutto questo può essere detto? Pinelli morì ufficiamente per "malore attivo" e per piazza Fontana nessun colpevole è stato riconosciuto dalla sedicente giustizia borghese - il circolo Zabriskie Point organizza una serata di lettura di Daniele Barbieri giovedì 5 dicembre alle 21 presso la sala di quartiere in Via Monte San Gabriele 19/c. A seguire concerto della Zabbend - senza timore di smentita, il migliore concerto che si potrà ascoltare il 5 dicembre tra le 22 e le 23 a Porta Mortara! -.

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!