Follow

Scuole pubbliche chiuse per impossibilità di gestire gli spazi in modo adeguato, centri estivi privati e pagamento (organizzati all'interno dei medesimi locali) aperti dal primo giugno: un peccato che non si riesca a sfruttare in qualche modo i secondi per far ripartire le prime.

Ovviamente questa dinamica è coerente con l'impostazione capitalista della società attuale, che prevede (tra le altre cose) la concessione degli spazi pubblici a uso privato, ma mai il contrario (privato tenuto ad aiutare il pubblico quando quest'ultimo è in difficoltà): peccato.

Uno stato più razionale, anziché consentire la riapertura dei centri estivi secondo le tipiche modalità post-scolari (peraltro anticipata, visto che il 1/6 la scuola non è ancora finita), avrebbe cercato modalità di "ripresa" alternative e più compatibili con la didattica. >

· · Web · 1 · 0 · 4
Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida