Follow

"Ho già detto altre volte che non mi sembra di poter dire che sono anarchico. In verità credo che non lo possa dire nessuno, se non quelli
che all’anarchismo hanno dedicato tutta la loro vita, vivendo il loro impegno in modo cristallino – senza riserve, con generosità assoluta – e
magari sono morti per la loro causa. Degli altri si può dire che tendono a essere anarchici: l’anarchismo è un limite verso il quale ci si dirige con la consapevolezza che non lo si raggiungerà mai, perché si sposta mentre si cerca di avvicinarlo. In questo è la sua forza straordinaria, che lo mette al riparo dal diventare associazione, partito, mestiere o
professione, routine, sicurezza, carriera, ecc."

Al salone del libro trovare anche "Conversazioni su architettura e libertà", il dialogo tra Giancarlo De Carlo e Franco Bunčuga.

· · Web · 1 · 1 · 3

@eleuthera_editrice
Bello lo slancio idealistico, però apre un problema pratico non da poco: chi rilascia le patenti di anarchismo, e in base a quali regole?
A meno che il messaggio sottinteso non sia "gli unic* ver* anarchic* sono quell* mort*", ma questo apre tutta un'altra categoria di problemi.

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida