(RT - Internazionale) Nel luglio 1997 il mensile statunitense Wired, all’epoca una delle voci della Silicon valley californiana, fece una copertina intitolata “Il lungo boom”. Prevedeva venticinque anni di benessere e prosperità per tutti. Ma, forse per stemperare l’ottimismo, aveva indicato dieci cose che potevano andare storte. E il fatto che molte siano già successe non mette di buon umore.

- Le tensioni tra Cina e Stati Uniti si intensificano in una nuova guerra fredda che rasenta la guerra calda

- Le nuove tecnologie si rivelano un fallimento. Non fanno aumentare la produttività né spingono l’economia

- La Russia si trasforma in un regime corrotto gestito dalle mafie o si ritira in un nazionalismo che minaccia l’Europa.

>>>

Follow

@Ca_Gi Se c'è una cosa che si è sempre prodotto in massa, quello sono le profezie. Ce ne sono così tante che alcune finiscono per avverarsi. Però questa sfilza di previsioni è fottutamente suggestiva, chi ha scritto l'articolo era evidentemente molto ben informato sul funzionamento reale del mondo e su quel che poteva andare storto, poi che ciò sia effettivamente successo è più una questione legata alla legge di Murphy.

· · Web · 0 · 0 · 1
Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida