Follow

Si possono maturare scelte libere e consapevoli mentre si è tenuti prigionieri da un gruppo terrorista islamico...? Chiedo per un amico...
Il contesto nell’ambito del quale fai certe scelte non conta un cazzo? Nessuno che si appelli alla prudenza, al fatto che in questi casi occorra del tempo per metabolizzare quanto accaduto e che certe esperienze segnerebbero chiunque...non è questione né di genere né identitaria, ma puro e semplice buonsenso.

@kaby Esatto. Una vicenda di questo tipo tocca diversi ambiti (relazioni internazionali, gestione delle crisi, aspetti umani...) tutti delicatissimi e che andrebbero trattati con una certa cautela, comprendendone il contesto ecc. Non è un caso che le voci rancorose vadano a colpire proprio su quello che è probabilmente l'aspetto più delicato di tutti, ossia la condizione emotiva e intellettuale di una persona che non si conosce posta forzatamente in una condizione di debolezza che a sua volta ci è altrettanto sconosciuta.

@Ca_Gi @kaby premesso che questo è l'ultimo toot che dedico a sta storia e posto che sono d'accordo con voi in parte, ci sono due punti da chiarire secondo me: 1. stiamo parlando di una donna che si è rifiutata di fare la vittima, che ha detto di stare bene, che ha detto di non essere stata maltrattata mai e che ha detto di aver volontariamente cambiato religione. Inconcepibile! 2. suddetta religione non è il cattolicesimo, se fosse stato il cattolicesimo sarebbe stata un'illuminazione e una benedizione che le ha dato forza durante la prigionia, invece siccome è l'islam occhio che è una roba passeggera, una "sindrome da prigioniero". Un po' come le mamme che ai figli che facevano coming out gli rispondevano "magari è una fase".
Secondo me l'unico modo giusto di porsi rispetto a questa vicenda è il silenzio assoluto

@Ofelia @kaby Concordo appieno: non ha senso esprimere giudizi su scelte personali legittime, specie se fatte da una persona che non conosciamo, così come non ha senso esprimere giudizi su situazioni ed esperienze di cui non si sa.

L'unica cosa che ritengo esser doverosa è rigettare le menzogne e render evidente la natura insensata e retrograda di certe affermazioni.

@Ofelia @Ca_Gi il senso del mio toot era che mostrerei estrema cautela anche nei confronti delle affermazioni della diretta interessata, circa il fatto di aver cambiato volontariamente religione, putacaso con quella dei suoi carcerieri. E non perché donna o perché musulmana. Ricordo infatti che Silvia non è di ritorno da un allegro safari nella savana, ma da 17 mesi di prigionia nelle mani di un gruppo terrorista. Non credo sia un aspetto di poco conto...

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida