[5] Noi dovremo essere ancora lì, perché tra Amazon e l'Amazzonia sappiamo bene da che parte stare. Contrasteremo decisi il deserto in maniera attiva: ridendo, amando, danzando, suonando, discutendo, viaggiando. Ci aspetta un autunno altrettanto caldo e cercheremo di farci trovare pronti, complici e solidali, sempre più inclusivi con chiunque condivida un'idea di mondo aperta, libera, e creativa. Gli altri, i distruttori di ogni cosa bella, li lasciamo volentieri nel loro oceano di niente. Come i sirenetti di Xm: non un passo indietro, ma senza mai prendersi troppo sul serio. Incazzat* sì, ma con leggerezza. E i nostri focolai, uniti, saranno la risposta contro gli incendi che lasciano terra bruciata ovunque.

Con rabbia, amore e libertà
Nel nome del cuore immacolato del nostro gatto Nicola,
Le isolane e gli isolani.

[4] Non accettiamo il mondo che ci state imponendo.
Rifiutiamo con una risata liberatoria e determinata l'arroganza del potere e i muscoli dei tutori dell'ordine. Contro il Nulla che avanza proponiamo mutuo aiuto, solidarietà, fantasia, arte e spontaneità. Le lotte sono intersezionali, che si parli di Siberia, Hong Kong o la Bolognina; di migranti o trans; di foreste, di indigeni o di braccianti. Siamo inevitabilmente dentro le contraddizioni del sistema che ci soffoca, ma troveremo antidoti più efficaci di quelli che vengono proposti dagli stessi che ci avvelenano: sono piromani che vendono fumo negli occhi. Combatteremo, ben consapevoli che anche quando rimarrà un solo albero e non ci saranno più spazi liberi ci sarà ancora un magnate a depredare e un celerino a manganellare.

[3] Accogliamo appieno lo spirito di lotta delle attiviste e attivisti di Xm24 che hanno dimostrato come la creatività e l'allegria siano un potente antidoto contro il Nulla che avanza. Siamo in un momento in cui bisogna necessariamente prendere parte e schierarsi. Nel nostro piccolo non ci arrendiamo allo sconforto ma cerchiamo di agire con rabbia e amore in modo propositivo, energico e provocatorio. Impongono decoro, saremo noi a decorare la città e il mondo, perseguendo il sacro valore della disobbedienza. Turistificazione, gentrificazione, diritto alla mobilità negato, oceani di plastica e alberi che bruciano: sono tutte parti della stessa grande lotta, da combattere ogni giorno con perseveranza e fantasia. Partiamo dai nostri spazi e dai nostri corpi liberi per (r)esistere e arrivare ovunque.

[2] Viviamo in un mondo in cui ognuno di questi avvenimenti è indissolubilmente collegato l'uno con l'altro. Ci tocca sentire che dei nostri amici dei Cantieri Meticci sono stati vittime di aggressione razzista a Verona; che un cuore pulsante come Xm24 viene abbattutto con una ruspa; che minacce arrivano anche ad altri spazi sociali di una Bologna morente; che a Roma si lasciano famiglie per strada da un giorno all'altro; che vengono ancora arrestati attivisti anticapitalisti che erano a Genova nel 2001. Allo stesso modo siamo impotenti spettatori della nostra propria estinzione, immersi in un neoliberismo capitalista cieco che cerca solo profitto ed emargina chi è già emarginato. Siamo arrabbiat* e non ci stiamo.

[1] È stata un'estate torrida. La Siberia brucia e la Groenlandia si scioglie, mentre ogni giorno l'Amazzonia rimpicciolisce. Insomma avanza la desertificazione ovunque, a causa di politiche scellerate e pochi potenti che si contendono patrimoni e poltrone. Allo stesso modo avanza ovunque in modo preoccupante la desertificazione culturale e sociale. Un decreto disumano è appena diventato legge. Colpirà le fasce più deboli della società, come sempre, e porterà a repressione e annegamenti. Il clima si fa sempre più pesante, non a causa della CO2 ma per colpa dei vari ducetti che in giro per il mondo soffiano sul fuoco. Nel frattempo quella che dovrebbe essere la controparte politica degli arroganti in camicia verde si rende protagonista della desertificazione nella nostra città.

CONTRO IL NULLA CHE AVANZA
SOLIDARIETÀ AI COMPAGNI DEL @xm24
Mentre apprendiamo con soddisfazione che l'amministrazione e è stata costretta a un tavolo di trattativa ESPRIMIAMO LA MASSIMA SOLIDARIETÀ AI COMPAGNI CHE RESISTONO E AI TANTI CITTADINI ACCORSI A DIFENDERE UN IMPORTANTE BALUARDO CONTRO LA BARBARIE DELLA SPECULAZIONE E DEL CAPITALISMO CHE CI VUOLE DIVISI ED SENZA CULTURA.

Con XM24 e con gli spazi solidali autogestiti.

Collettivo politico 13 rosso - Firenze


oggi #XM24 viene sgomberato e ... nello stesso giorno strappa al nulla l'accordo per un nuovo spazio.

Noi di :cisti: siamo con XM24 e festeggiamo questa giornata di #resistenza e questo risultato con il nostro 200° utente.

**** D A J E !!! ****

E' per noi che stiamo lottando
E' per loro che stiamo lottando

Il presidio per continua nel prato

Solidali sono pregati di portare creme solari, obrelli e teli per il presidio

Il comune di Bologna anche oggi si sottrae al confronto con la città che resiste.
I/le compagn* sono sul tetto, dov'è il comune? chiede un tavolo immediato sul futuro dello spazio

Show more
Mastodon Bida.im

E' un social network autogestito. L'amministrazione tecnica e' supportata dal collettivo bida. Per maggiori informazioni leggi il nostro manifesto. Il nodo e' autogestito anche attraverso la mailing list. Per contattarci mastodon [AT] bida.im

Altre istanze consigliate:
Jesi: https://snapj.saja.freemyip.com
Milano: https://nebbia.lab61.org
Torino: https://mastodon.cisti.org