:paw_fx90_point_up:

Tra parentesi ma non troppo, le cover contenute in questo nuovo album di Elli de Mon sono l'ideale colonna sonora del libro che la stessa de Mon ha pubblicato l'anno scorso, «Countin’ The Blues. Donne indomite».

rootshighway.it/bookshighway/b

areapiratarec.bandcamp.com/alb

Show thread

Una raccolta di opinioni di addettə ai lavori sul tema: «perché nell’epoca della brevità il racconto non ha successo?».

Per prendere un po' in giro - bonariamente - tutto il discorso: l'articolo è lungo (davvero lungo) ma interessante :-)

singola.net/pensiero/attenzion

«Capitalismo 4.0. Genealogia della rivoluzione digitale»

Bologna, 12 maggio 2021 ore 18:00
SPLIT – Spazio per liberare il tempo, via San Giacomo 11

intotheblackbox.com/events/boo

Un'interessante intervista a Valentina Mira, autrice del romanzo «X», in uscita (domani) per Fandango.

«La violenza maschile non ha un colore politico di per sé [...] Detto questo, però, bisogna fare un distinguo: il fascismo è storicamente un’ideologia sessista, nonostante i tentativi di rebrandizzarla dei cosiddetti neofascisti. È teoria e pratica di maschilismo – e di razzismo, e di antisemitismo – e non c’è bisogno di scomodare lo stupro di gruppo di Viterbo di un paio di anni fa per dimostrarlo. La differenza con le altre parti politiche è che i fascisti fondano proprio il loro credo sulla subordinazione della donna».

illibraio.it/news/dautore/stup

«control over artist metadata is frequently outsorced in several steps. Indeed, music metadata now forms an industry in itself, as is shown by the multitude of companies that deal with such data».

From *Spotify Teardown. Inside the Black Box of Streaming Music*

«Il titolo del convegno era dunque *La fine della Storia o la storia della Fine?*».

(«TINA. Storie della grande estinzione»)

«Se vogliamo resistere al crollo dei tempi dobbiamo trasformare l'incidente in strategia, se possiamo sopravvivere al collasso degli spazi e delle narrazioni è solo grazie a una nuova tecnologia dell'immaginario».

Da «TINA. Storie della Grande Estinzione».

Penne all'arrabbiata. Da Cervantes ai cyberpunk

bibliotecaradicale.com/2021/01

Questo mi incuriosisce molto @bibliotecaradicale, ma pare piuttosto difficile trovarlo. Se ne trova un altro dal titolo che richiama il sottotitolo di quello che hai tu (v. immagine). Lo conosci?

«Dobbiamo inventare nuovi riti, dobbiamo disseppellire i simboli, ricreandone lo spazio con una fantasia sfrenata. Non dobbiamo avere timori, dobbiamo esercitare violenza, essere furibondi, abbattere ogni limite per trovare quello invalicabile. Dobbiamo schiantarci contro i muri del pensiero».

Da *Reality*, di Giuseppe Genna

«negli anni il patto tra formazione e lavoro si è andato erodendo soprattutto per le materie umanistiche e quindi anche il valore che la famiglia attribuisce allo studio e che gli stessi studenti riescono a dargli».

illibraio.it/news/narrativa/gi

«Quante vittorie postume vogliamo garantire, tu che leggi e io che scrivo, allo zero umano di cui si racconta qui l'indegnità?».

da *Io Hitler*, di Giuseppe Genna

Show thread

È uscita una nuova edizione - la più completa e la migliore tra quelle pubblicate fino a oggi, scrive Angelo d'Orsi - delle *Lettere dal carcere* di Antonio Gramsci.

temi.repubblica.it/micromega-o

«Se è ormai chiaro che gli psichedelici da soli non saranno l’elisir miracoloso ai mali del mondo, sono però potenti strumenti magici di cui è necessario rivendicare per tempo un uso libero e popolare, possibilmente in un orizzonte anticapitalista».

ecodelnulla.it/verso-la-rivolu

acquisti libri (può suonare un po' commerciale) 

e pure un po' ibs e compagnia bella, evviva bookdealer: scegli la libreria (quella più vicina, quella che conosci, quella che ti pare), paghi online, ricevi i libri a domicilio. Sperimentato e funziona alla grande.

bookdealer.it/

C'è solo da ridurre il numero dei libri da acquistare, perché siccome il venditore è la libreria e non il sito, non c'è lo sconto fisso che si trova nei grandi negozi online. Per il resto si può ricorrere alle biblioteche (riaprite 'ste cazzo de biblioteche!).

Sull'epistolario Scholem-Benjamin «Archivio e camera oscura. Carteggio 1932-1940», pubblicato da Adelphi lo scorso gennaio.

antinomie.it/index.php/2020/11

Show older
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida