Care e cari

Abbiamo lanciato una nuova rubrica che comprende anche dei piccoli assaggi di lettura dei di Maupassant!

La prima historiette che vi leggeremo e vi racconteremo s’intitola Palla di Sego (Boule de suif). Il racconto appare per la prima volta nel 1880 all’interno della raccolta Les Soirées de Médan, su progetto dello scrittore Émile Zola per narrare l’invasione prussiana in Francia.

lamome.home.blog/2020/05/30/i-

Le ho mai raccontato del vento del Nord (titolo originale: Gut Gegen Nordwind) è un che, pur appartenendo al decennio scorso, si colloca perfettamente nel contesto storico in cui ci troviamo adesso. È possibile innamorarsi di una persona sconosciuta solo leggendo le sue parole sullo schermo di un computer?

lamome.home.blog/2020/05/19/da

L’adolescenza è sicuramente uno dei periodi più brutti da affrontare. In questa fase, infatti, smarrimento esistenziale, tempeste ormonali e salute mentale precaria sono alla base di ogni singolo giorno vissuto fino all’arrivo della tanto attesa (e successivamente odiata) età adulta.
E chi riesce a uscire vivo da questa ‘tappa preparatoria alla vita vera’, lo fa portandosi dietro traumi più o meno gravi.
C’è chi, però, si rifugia dietro la maschera dell’età difficile per nascondere la natura dell’accidioso che si fa scivolare la vita dalle mani.
Lo scrittore ungherese Márton Gerlóczy affronta, in maniera più o meno discutibile, il tanto dibattuto tema nel suo libro Assenza Giustificata (2001), scritto a soli vent’anni e diventato un vero best seller in Ungheria.

lamome.home.blog/2020/05/21/as

Questa volta cercheremo di esplorare il complicato universo femminile attraverso l’inconfondibile penna di Jane Austen.
La Austen, nata a Steventon il 16 dicembre del 1775 e morta a Winchester il 18 luglio del 1817, è sicuramente una delle figure più rilevanti della letteratura neoclassica, nonché una delle autrici più amate in tutto il mondo.

lamome.home.blog/2020/05/25/ja

Oggi parliamo del poliedrico Guy de Maupassant; scrittore, drammaturgo, saggista e poeta francese, nonché antesignano del racconto moderno.
Chi non ha mai letto le parole dell’affascinante autore baffuto perdutamente innamorato della scrittura, delle belle donne e della Senna?! Nessuno?? Bugiardi!

lamome.home.blog/2020/05/23/gu

La vita bugiarda degli adulti è un della scrittrice italiana di origini napoletane conosciuta con lo pseudonimo di Elena Ferrante, pubblicato nel 2019 da edizioni e/o.
I suoi romanzi si contraddistinguono per un lessico crudo e schietto che si rivolge direttamente al lettore che riesce a immedesimarsi completamente nei personaggi. Tutti elementi che si ritrovano anche in questo romanzo.

lamome.home.blog/2020/03/30/el

. Questo sono i Florio. Due fratelli che decidono di lasciare il paese a favore di una grande città come Palermo, carichi di merce da mettere sul mercato; carichi di speranza e lungimiranza per il futuro.
Stefania Auci propone un storico dove la di inizio ‘800, strattonata tra il dominio borbonico, gli infelici tentativi di rivolte indipendentiste e la successiva annessione al Regno d’Italia, fa da cornice alla parabola ascendente della famiglia Florio, destinata a tenere le redini di gran parte dei traffici commerciali dell’isola.

lamome.home.blog/2020/04/06/re

In un mondo sempre più saturo di grosse personalità vuote, si fa quasi fatica a notare tutte quelle persone che, anche inconsciamente, fanno della vera . Badate bene, non mi riferisco solo alla pratica del creare qualcosa; fare della vera arte vuol dire anche trasformare la propria vita in un’opera unica e irripetibile, sempre pronta a suscitare qualcosa negli altri.
Per farvi capire meglio questo mio concetto, oggi vi voglio far conoscere il signor Derek Culley.

lamome.home.blog/2020/04/09/vi

Una vita intera all’insegna delle lotte e dell’arte della parola; un’anima gentile in grado di emozionare milioni di persone con le sue opere, custodita dalla corazza dell’uomo rivoluzionario pronto a battersi per i diritti dell’essere umano e dell’ambiente.
Oggi, in occasione della giornata mondiale del libro, La Môme prova a esplorare il suo vissuto con la certezza che mai si potranno cogliere fino in fondo le sfumature della sua multiforme esistenza.

lamome.home.blog/2020/04/23/lu

Torniamo a parlare dello scrittore indiano Amitav Ghosh e della sua fortunata ‘trilogia della Ibis’.
Avevamo già recensito Mare di papaveri (Sea of Poppies), primo libro della saga pubblicato nel 2008 e subito acclamato dai lettori.
Oggi, proseguiremo il particolare viaggio di Ghosh con il secondo volume intitolato: Il fiume dell’oppio (River of Smoke), edito da BEAT Edizioni.

lamome.home.blog/2020/04/17/il

Valle Camonica, 1943. Viene finalmente inaugurato il locale di Guerra, detto anche Orto Fascista. È uno dei tanti ‘gloriosi’ progetti del Duce per scuotere l’economia italiana da sempre dipendente dall’estero nel settore agro-alimentare. Così, viene affidato al popolo italiano l’importante compito di coltivare le aree pubbliche partendo proprio dall’Orto.
Le ambizioni del piano, però, sono ostacolate dal poco entusiasmo della gente del posto e dal locale scelto per l’occasione: un piccolo appezzamento di terra quasi del tutto arido.

lamome.home.blog/2020/04/20/lo

Questo è un libro che tutti dovrebbero leggere…” sono le parole che trovai scritte a matita sull’ultima pagina della mia copia di Tutta da rifare restituitami da una vecchia amica a cui l’avevo prestata. È un libro che ha accompagnato la mia adolescenza e ha influenzato molto il mio modo di affrontare la vita.

lamome.home.blog/2020/04/21/gi

Show more
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida