Abbraccio tutte e tutti, grazie infinite. È stata una giornata lunga ed è possibile le prossime lo saranno ancora di più, ma almeno spero che lei adesso possa riposare in pace, in serenità o comunque come lei preferisce.

Show thread

3/3 Ma non era cattiveria. Era precisione, era vita, era passione. Era tutto ciò che aveva. Anche perché i mille no c'erano, ma quando arrivava quel sì mi si illuminavano gli occhi. Perché non era il sì dell'indulgenza e dell'accondiscendenza, era il sì del riconoscimento.
"Hai fatto un bel lavoro."
È per questo che, poco più di due settimane fa, quando mi sono resa conto che si era dimenticata che lavoro facessi mi si era spezzato il cuore.
Ancor più che nel momento in cui aveva sbagliato il mio nome. Perché, nonostante la nebbia che la stava avvolgendo, un tessuto di qualità portava uno sprazzo di sole e una spallina ben applicata era una folata d'aria fresca.
Mia nonna si chiamava Romana, aveva 86 anni e oggi non c'è più.

Show thread

2/ Dovevi diventare tu l'ago, tu il filo, tu le forbici per capire se quello che stavi facendo andasse bene.
"Non mi so spiegare, perché io non lo so mica l'italiano".
L'italiano non lo sapeva perché, oltre alla guerra, le aveva fatto la corte in tenera età anche il vaiolo, portandola lontano dalle scuole molto presto. Però lei era stata più forte di entrambi, e aveva continuato per la sua strada fatta di lane pesanti, cerniere, battitacco e bottoni.
"No, no, no! Non si fa mica così!"
L'insegnamento scolastico le sarà mancato, ma i metodi rigidi da militare li aveva imparati molto bene. A fronte di un sì prima erano passati mille no: questa cucitura non è dritta, qui non c'è abbastanza lentezza, la pala non torna, l'orlo pende.
"Quanto sono cattiva!"

Show thread

1/ Mia nonna si chiamava Romana e aveva 86 anni.
Che fosse figlia del fascismo lo si capisce sia dall'età sia dal nome, ma anche dal mestiere che si ritrovò a fare poco più che adolescente: la sarta da uniformi militari.
Aveva cucito talmente tante giacche e tanti pantaloni che questi avevano trovato casa nei suoi occhi. A noi comuni mortali servivano carta, penna, riga e spilli, a lei bastava un gesso.
"Te ne accorgi, no?"
Il gesso le bastava perché le sue mani tanto avevano fatto e i suoi occhi tanto avevano visto che sentiva se il modello che stava tracciando a mano libera direttamente sulla stoffa andasse bene o meno.
"Lo senti".

@ciccillo giusto, è un typo! Non lo correggo altrimenti perdo tutte le vostre risposte al toot, ma è mansplaining! @Amleta

@Amleta tutto questo, più il confondere e l'instillare dubbi, anche di azioni che possono essere negate nonostante l'evidenza o sostenute anche se mai successe. È la manipolazione di una persona mentalmente più debole tesa all'isolamento da familiari e amici per assumerne il controllo totale. @ciccillo

I misogini, i sessisti, chi fa mainsplaining, chi fa gaslighting, chi interrompe, chi non ascolta, chi sminuisce qualsiasi lotta che non sia quella di classe, chi sminuisce le molestie e copre chi le agisce, chi non mette in discussione il proprio privilegio di genere, [chi elenco da continuare]
non è un compagno, ma solo uno stronzo che si definisce di sinistra.

[Non una di meme]

@Rakijatica onestamente ho rimosso. Ma spero le mie maledizioni lo abbiano colto, maledetto schifoso dimmerda.

@maryfiuto possiamo parlare anche di quello a cui ho prestato la camera una notte per poi ritrovarmi con UN PORCODIO DI PROFILATTICO USATO PIENO sulle mie ciabatte.

@holon ma lo sai che la Tachipirina 500 se ne prendi due diventa 1000?

Niente può contro una giornata di merda quanto la brezza di collina, le stelle, la luna, una birra in bottiglia, le patatine più chimiche che l'ingegno umano abbia creato, Calcutta strillato a tutto volume e la condivisione di tutto questo.

Silvia boosted

@Antanicus stavo per aggiungere "renziani" ma mi sono resa conto facevano già parte di una categoria citata, my bad.

Silvia boosted

"Garbagefighter" is pretty cool, fighting for sanitation of the community, rooting out liter, etc.

@Filippo il negozio dove fanno il the era chiuso.
La merceria era chiusa.
La fodera che mi serviva non c'era.

Com'era il discorso di questi che ti intossicano la vita?

@Filippo che fatica però che loro mi rovinino le giornate e l'atteggiamento stoico lo devo tenere io...
Vado a ubriacarmi di the verde, che è meglio :0360:

@Filippo pensavo di prendere a mazzuolate un muro o qualcosa del genere, dio santo. Sono al limite.

Poi mi calmo eh, ma il sentirmi presa così in giro mi fa impazzire.

Quell_ che con la scusa di sapere come stai poi ti appioppano i loro problemi -gli stessi da MESI- a cui tu hai già cercato di offrire una soluzione per ricevere poi come risposta TUTTE LE SANTE VOLTE "Ah peccato che io non sono fatt_ così" meritano una colonia di zanzare a vita innestata dentro ad un orecchio, e sono una signora.
Mi sono rotta il cazzo che non ho.

@GustavinoBevilacqua questo è il muro del lab, solitamente uso il muro del soggiorno per fare le foto, ma ultimamente fa troppo caldo persino per spostare il manichino :blob_dizzy_face:

Show more
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida