Il progetto Redox, e' una tastiera ergonomica divisa in due parti. E' hardware libero.

E' stata disegnata con l'ergonomia come punto focale, e il suo obbiettivo e' quello di ridurre le dimensioni senza dover sacrificare troppi tasti.
github.com/mattdibi/redox-keyb

Altri progetti simili a questo sono:
-Plaid-Pad
Tastierino 4x4 con solo componenti a foro passante. Supporta fino a 4 encoder rotativi.
github.com/BenRoe/Plaid-Pad

-Ergodash
Un altra tastiera ergonomica divisa in due sviluppata in Giappone:
github.com/omkbd/ErgoDash

-Pad

Mobilizon e' software libero, rispetta le tue liberta'.

Mobilizon e' uno strumento per gestire eventi e gruppi.

E' software federato, come lo e' Mastodon, si puo' sceglierne una o farsi la propria istanza.

Non e' un social, neppure un hobby, e' uno strumento. Non vi troverete caratteristiche come contatori delle sottoscrizioni, pollici su o giu', pagine con scroll infinito...

La stuttura di Mobilizon ha come obbiettivo quello di liberare l'attenzione, concentrandola sulle cose importanti, come l'evento e la vostra mobilizzazione.

Pensato da Framasoft come sostituto di Facebook, e' stato sviluppato in modo che Mobilizon sia una solida alternativa a Facebook.

Questo il post sul FramaBlog:
framablog.org/2020/10/27/mobil

joinmobilizon.org/en/

La pagina della filosofia del progetto RepRap.org
reprap.org/wiki/PhilosophyPage

Il progetto RepRap e' da dove son uscite le stampanti 3D...

Non tutti lo sanno ma la rivoluzione 3D e' nata come un progetto accademico.

Nella pagina della filosofia, Adrian Bowyer, parla dell'economia delle RepRap, di come il progetto sia un applicazione della teoria Marxista, della Farmacia Libera.

Le RepRap nascono con l'intento di far salire i pioli della scala manifatturiera anche alla gente comune, a chi non ha mezzi di produzione personale.

Oggi con una stampante 3D autocostruita e' possibile creare oggetti impensabili da fare con macchinari meno evoluti.

Viene anche illustrata l'idea di una RepRap evoluta per sintetizzare medicine al bisogno, riducendo sprechi e i costi e liberando lo sviluppo di farmaci.

Schiavi energetici, l’ultimo fumetto pubblicato in Italiano da Stuart McMillen, potete leggerlo qui:
stuartmcmillen.com/it/comic/sc

Parla di immaginari “schiavi energetici” che fanno il lavoro al posto degli esseri umani.

Sono nascosti in piena vista perché rendono il nostro stile di vita così senza fatica.

Ci si accorge di quanto sia confortevole il nostro modo di vivere solo quando gli schiavi energetici spariscono per un disguido.

Viene evidenziato il pensiero di Buckminster Fuller, l'importanza di dare un peso umano all’energia che usiamo nella nostra vita quotidiana.

Sappiamo cosa vuol dire zappare per un ora il nostro orto.

Improvvisamente si visualizzano le persone invisibili che spingono l’ascensore o gli schiavi che fanno girare il nostro frullatore in cucina.

Da dove arriveranno gli schiavi di domani?

Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida