Follow

Riprendiamoci il futuro!

"My goal is to make the case for a progressive techno-optimism: not blind faith in the powers that control technology today, but in our ability as thinkers, builders, and organizers to join together and deploy technology for a better collective future. Technology is neither inherently good nor bad; rather, it can be part of a broader political project of securing the “good life” for everyone."

Nel suo manifesto, Jasmine Sun pone un punto fondamentale: criticare le nuove tecnologie sulla base degli enormi danni che hanno creato senza proporre alternative capaci di portare beneficio a tutte e tutti significa lasciare queste tecnologie in mano ai più spregiudicati.
1/3
reboothq.substack.com/p/manife

· · Web · 1 · 2 · 0

Se oggi la tecnologia digitale è in larga parte uno strumento di oppressione, utilizzato per creare profitto per pochi a danno di tanti, che abilita discriminazioni, sfruttamento, campi di concentramento e genocidi, è anche innegabile che sia uno strumento che ha avuto esternalità positive e liberatorie. Concentrarsi sui danni, per quanto enormi, ci blocca e ci impedisce di pensare ad una tecnologia diversa, al servizio del bene comune. Non basta rifiutare questa tecnologia come fanno gli intellettuali e a volte i politici così come non basta sviluppare strumenti per ostacolarla come fanno gli hacker.

2/3

Il tecno-ottimismo non può essere lasciato ad una manciata di investitori californiani (o di venditori di fumo italiani) e ai giornalisti al loro servizio. Deve diventare una prospettiva centrale se vogliamo ancora pensare di poter lasciare un mondo migliore a chi verrà dopo di noi.

"Reclaiming techno-optimism means reclaiming human optimism. We must seek a shared vision of the world that is just, equitable, and abundant. We have the resources to bring it about. Utopianism implies a state of unattainable perfection, but optimism requires the simple yet daring belief that we have agency over our future."

3/3

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida