Quando l'impresa padronale italiana incontra la fuffa degli startuppari americani.

La discriminazione verso i lavoratori e le lavoratrici più in là con gli anni (in inglese "ageism") è una delle violenze sistemiche più diffuse e meno discusse nel settore IT.

Non sorprende quindi l'emergere di evidenze in questo senso in una causa contro IBM che tra il 2013 e il 2018 avrebbe condotto estesi licenziamenti, licenziando in larga parte i dipendenti più anziani, reintegrandoli eventualmente a contratto.

Link alla notizia: wraltechwire.com/2020/09/14/fe

Vi segnaliamo questa lista di azioni, proteste, scioperi e dimostrazioni condotte dai Tech Worker in giro per il mondo. Persone come noi che hanno deciso di passare dalle parole ai fatti e trasformare il loro desiderio di cambiamento in qualcosa di tangibile.

Da grandi gesti come la partecipazione dei lavoratori bielorussi alle proteste contro il regime autocratico di Lukashenko fino a piccole storie di sindacalizzazione, in questa lista trovate più di 300 esempi recenti che raccontano come noi Tech Worker possiamo avere un impatto concreto.

A quando una prima storia di successo in Italia?

collectiveaction.tech/

PHP, Java, Python, C/C++: i Tech Worker tecnici hanno l'abitudine malsana di dividersi in tribù in base al linguaggio o all'ecosistema di tecnologie che usano. Guerre di religioni, litigi su internet, diffidenza, penalizzazioni nei colloqui e tutta una serie di discriminazioni conscie e sopratutto inconscie.

Questi strumenti raramente sono scelti liberamente in funzione del problema da risolvere. Molto più spesso le strutture aziendali, il mercato, la pressione economica decidono
per noi e di rado la qualità o il benessere (mentale) dei lavoratori è tra le priorità.

Lo scherno di programmatrici PHP, programmatori Java, sistemisti Windows e altre categorie bistrattate è un lento logorio sociale, un'inconscia creazione di barriere artificiali che ci divide e fa il gioco di chi vuole i lavoratori in conflitto tra loro e isolati

Se vi foste mai chiesti qual è l'obiettivo di Amazon come entità politica ed economica, questa offerta di lavoro per un'analista strategico elenca chiaramente quali sono i nemici da sconfiggere per vincere il gioco a cui Amazon sta giocando: i sindacati, la legge, la politica.

Amazon è nota per le sue pratiche anti-sindacali, la sua propaganda e il suo forte controllo e repressione di qualsiasi iniziativa spontanea finalizzata a migliorare le condizioni lavorative dei dipendenti, tanto nei magazzini quanto negli open-space. Questa notizia sta facendo il giro del mondo per la sfacciataggine con cui inquadrano il problema, facendo cadere il già sottile velo di finzione dietro cui nascondevano le loro malepratiche.

Per maggiori dettagli vice.com/en_us/article/qj4aqw/

L'open source è ormai uno strumento per sfruttare il lavoro volontario di migliaia e migliaia di idealisti. Il Free Software è moribondo e svuotato delle energie radicali che lo avevano alimentato sin dalla sua nascita.

Nuove forme di produzione del software al di fuori dei canali tradizionali sono necessarie. Dalle macerie del FOSS sta nascendo una nuova ondata di proposte, forme aziendali e circuiti economici paralleli.

Un sottoprodotto di questi nuovi movimenti è una nuova generazione di licenze. Tra queste merita menzione la Peer Production License, ad oggi una delle più mature: wiki.p2pfoundation.net/Peer_Pr

Per meglio orizzontarvi in questo mondo complesso, vi consigliamo la consultazione della P2P Foundation che cerca di mappare e documentare, tra le altre cose, questo proliferare di idee e licenze: wiki.p2pfoundation.net

Vogliamo un Lavoro che non rubi il tempo di fare ciò che ti piace. Unisciti a Tech Workers Coalition!

twc-italia.org/

Vignetta di Clueless Hero

Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida