Osserviamo con piacere l'enorme interesse destato in Italia da questo articolo di Vice che racconta una fuga di documenti interni sulle pratiche anti-sindacali in Amazon.

Si parla anche di Italia, con un riferimento a SiCobas, sindacato molto presente nella logisticha e che sta facendo molto parlare di sé. Da oggi, evidentemente, anche all'estero:

"Potential labor initiatives at Amazon by traditional unions may constitute an attractive opportunity for SiCobas to attend and gain visibility," it continues, referencing an Italian labor union that has organized Amazon warehouse strikes on Black Friday. "The group is known for more disruptive and subversive protest MOs, although history of previous blockages and disruptive actions showed law enforcement generally react in a timely manner."

vice.com/en/article/5dp3yn/ama

Vi segnaliamo questa traduzione in Italiano fatta da Umanesimo Digitale della lettera inviata pochi giorni fa da 200 moderatori e moderatrici di Facebook al management dell'azienda

umanesimodigitale.com/2020/11/

larevuedessineeitalia.it/2020/

Carne da Cartone

Un'inchiesta a fumetti, gratuita e online, su come Amazon durante il COVID ha guadagnato sulla salute dei propri dipendenti e aggirato le restrizioni per arrivare ai profitti record registrati dall'azienda durante la pandemia.

Vi segnaliamo questo questionario condotto da Sindacato Networkers Uiltucs
che si rivolge a chi lavora con le piattaforme di crowd-working. Nel caso lavoriate con Fiverr, Upwork, 99design, Toptal o un'altra delle tante gig platform legate al software o al lavoro creativo, vi invitiamo a prendervi pochi minuti per compilare questo questionario per meglio comprendere la vostra realtà quotidiana e il vostro.

sindacato-networkers.it/questi

Il Cyberpunk, genere artistico nato ad inizio anni ‘80, ha influenzato pesantemente, nel bene e nel male, il modo in cui ci rapportiamo alla tecnologia e ai suoi impatti sociali. Una critica al neo-liberismo che iniziava ad affermarsi come ideologia dominante nell’Occidente ma anche un tentativo di esorcizzare la paura della perdità di centralità del mondo anglosassone in favore delle nascenti potenze asiatiche, il Cyberpunk incorpora una critica al libero mercato e all’autoritarismo in cui la tecnologia è sia strumento di oppressione da parte di corporation e regimi autoritari che di liberazione. La tecnologia come fonte di potere da padroneggiare che permette agli eroi-hacker di sovvertire le relazioni sociali di potere tramite una maggiore conoscenza dei sistemi digitali su cui i sistemi oppressivi sono costruiti.

Show thread

Gruppo di studio - Cyberpunk di ieri e di oggi

15 Dicembre 2020, ore 19:00

Per la lista dei materiali da leggere e visionare, vi rimandiamo all'evento sul nostro sito: twc-italia.org/events/17

L'incontro si terrà online su Jitsi: vdc.dyne.org/twcitalia

Password: tidabliucì

Ringraziamo Dyne.org per l'host.

Vi segnaliamo questa fantastica iniziativa di LogicMag. Una scuola online per Tech Worker, a numero chiuso, per la formazione nell'attivismo tech.

Se siete Tech Worker vi invitiamo a fare application e, nel caso passiate la selezione, a tenervi in contatto con noi per raccontarci la vostra esperienza.

school.logicmag.io/

E ora? Le idee su come investire queste nuove energie si sprecano. Nuove campagne, creazione di materiali utili all'organizzazione in azienda e specifici per l'Italia, nuove attività strutturate per formare i e le Tech Worker a fare attivismo, organizzazione in azienda e nel sindacato oltre che imprenditoria collettiva, etica e sostenibile.

Questo è solo il primo passo di un futuro che vogliamo costruire insieme a voi. Volete unirvi a noi? Avete idee che pensate possano essere sviluppate in TWC? Non sapete da dove partire? Cominciate dalla nostra guida introduttiva e unitevi alla nostra chat principale: twc-italia.org/contribute

Show thread

Si conclude oggi la campagna Alziamo La Testa. La consideriamo un successo su tutta la linea!

Abbiamo raggiunto fondamentalmente tutti gli obiettivi principali:

* Raccogliere nuove energie e nuove persone per espandere il raggio e il calibro delle nostre attività
* Diversificare la composizione della nostra organizzazione, sia in termini di identità che di competenze
* Avere visibilità al di fuori della nostra bolla e del nostro target più immediato.

Ringraziamo quindi voi che avete supportato la campagna, nel grande e nel piccolo oltre a chi ci ha dato e ci darà nei prossimi giorni spazio sulle proprie testate, podcast, pagine social, canali.

19 Novembre, 15:30 - Disturbi Muscolo-Scheletrici nell'era del lavoro agile

Vi segnaliamo questo evento di sensibilizzazione e informazione sul tema dei disturbi fisici legati al lavoro d'ufficio. Un tema importantissimo e che tocca direttamente tanti e tante di noi.

youtube.com/watch?v=t_K9hZVVoN

Da alcuni anni l'umanità è entrata in una fase critica. Si deciderà a chi andrà e quanto sarà ingente la frazione di benessere materiale che saremo in grado di preservare a fronte delle enormi sfide davanti a noi: ecologiche, sociali, economiche.

Nel mentre, "le migliori menti della nostra generazione sono impegnate a pensare a come far cliccare le pubblicità alle persone", a produrre siti vetrina per i compro-oro di provincia, ad adattare l'ennesimo software custom per far risparmiare qualche spicciolo alla banca o all'assicurazione di turno. La tecnologia deve porsi obiettivi più grandi.

Il singolo individuo deve imparare, già da oggi, a riconoscenere e coltivare i semi del Mondo Nuovo tra le macerie del Mondo che sta morendo.

alziamolatesta.twc-italia.org/

Gli straordinari, i weekend, i meeting improvvisati a tarda sera, le consegne all'ultimo minuto. Strappi alla regola che diventano la nuova regola. A volte vengono adeguatamente compensati, ma molto più spesso è tempo rubato, oppure comprato con un piccolo bonus o una cena.

Ritmi insostenibili e lavoro non retribuito sono un furto sia di tempo che di salute: il burnout, la patologia associata a continui ed elevati livelli di stress, è una piaga che colpisce chi tra noi è più vulnerabile, sia economicamente che psicologicamente. A questo si accompagnano le Repetitive Strain Injury, come la sindrome del tunnel carpale, che affliggono una larga fetta della forza lavoro nell'IT.

Gli straordinari pagati, il tempo libero, l'equilibrio vita-lavoro e la salute sono tuoi diritti: difendiamoli insieme.

alziamolatesta.twc-italia.org/

Ringraziamo Carola Frediani
per il prezioso spazio dedicato a noi, alla nostra campagna e ai temi del lavoro tech nella sua newsletter Guerre di Rete.

Per chi non la conoscesse, Guerre di Rete è una tra le più importanti e conosciute newsletter in Italia sul tema della tecnologia e le sue intersezioni con la politica e la società. Ha un forte focus su sicurezza e privacy ma spesso tratta anche argomenti differenti, tessendo insieme notizie, approfondimenti, consigli di lettura e riflessioni dell'autrice, ad oggi una delle penne più autorevoli nel suo campo in Italia.

guerredirete.substack.com/

Aaron Swartz avrebbe compiuto 34 anni questo mese 😭 .

La EFF e altri questo fine settimana lo celebreranno e porteranno avanti il suo lavoro.

eff.org/deeplinks/2020/11/join

Coautore della prima specifica dell'RSS e delle licenze Creative Commons ha finanziato Reddit e il gruppo di attivismo online Demand Progress; faceva anche parte dell'Ethics Center Lab dell'Università di Harvard, ed è stato il creatore del "Guerrilla Open Access Manifesto".
it.wikipedia.org/wiki/Aaron_Sw

archive.org/details/GuerillaOp

Mi viene da piangere ogni volta che penso a lui. Non dimentichiamolo.

R.I.P. Aaron, grazie di tutto.

Oggi, nel settore informatico, è considerato normale avere una distinzione tra chi decide e chi lavora. Allo stesso modo si dà per scontato che chi decide abbia diritto ad uno stipendio molto maggiore.

Non deve essere per forza così nemmeno nel nostro settore: negli ultimi anni anche nell'IT stanno fiorendo numerose imprese collettive, sia in Italia che all'estero. Queste aziende approcciano la produzione software in maniera totalmente nuova. Niente più intermediari e capi ma coordinatori eletti democraticamente da chi lavora per gestire le incombenze gestionali e burocratiche necessarie per lasciare ai tecnici la libertà di lavorare in maniera efficiente su ciò che sanno fare meglio.

Non solo democrazia, ma anche distribuzione equa dei profitti. Niente super-compensi per i manager e spiccioli ai tech worker.

Come singoli lavoratori la cosa migliore che possiamo fare è imparare a riconoscerlo ed evitarlo, consapevoli dei danni che produce per la nostra carriera e per la nostra salute psico-fisica.

Come collettività, dobbiamo puntare ad estinguere il body rental sia combattendolo azienda per azienda tramite l'organizzazione di lavoratori e lavoratrici e col supporto dei sindacati, sia creando alternative al sistema produttivo che incentiva il body rental.

Show thread

Il Body Rental nel settore informatico, così come il caporalato in altri, è una malaparatica incompatibile con il lavoro sano. Spesso condotto in maniera illegale, sotto banco, conducendo ad illegalità, a violazioni dei diritti, a ritmi di lavoro eccessivi, all'impossibilità di sviluppare competenze e ad ambienti di lavoro tossici.

Il body rental lede sia la tua professionalità sia la tua dignità: da professionista diventi un pezzo di carne da allocare al cliente di turno che non ha nessun interesse nella tua crescita professionale o nel tuo equilibrio vita-lavoro.

Il body rental è un sintomo di un problema più grande. Lo stesso problema che conduce alla grande consulenza per produrre software "usa e getta" e al soffocamento delle piccole imprese locali.

Show more
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida