Show newer

Il tecno-ottimismo non può essere lasciato ad una manciata di investitori californiani (o di venditori di fumo italiani) e ai giornalisti al loro servizio. Deve diventare una prospettiva centrale se vogliamo ancora pensare di poter lasciare un mondo migliore a chi verrà dopo di noi.

"Reclaiming techno-optimism means reclaiming human optimism. We must seek a shared vision of the world that is just, equitable, and abundant. We have the resources to bring it about. Utopianism implies a state of unattainable perfection, but optimism requires the simple yet daring belief that we have agency over our future."

3/3

Show thread

Se oggi la tecnologia digitale è in larga parte uno strumento di oppressione, utilizzato per creare profitto per pochi a danno di tanti, che abilita discriminazioni, sfruttamento, campi di concentramento e genocidi, è anche innegabile che sia uno strumento che ha avuto esternalità positive e liberatorie. Concentrarsi sui danni, per quanto enormi, ci blocca e ci impedisce di pensare ad una tecnologia diversa, al servizio del bene comune. Non basta rifiutare questa tecnologia come fanno gli intellettuali e a volte i politici così come non basta sviluppare strumenti per ostacolarla come fanno gli hacker.

2/3

Show thread

Riprendiamoci il futuro!

"My goal is to make the case for a progressive techno-optimism: not blind faith in the powers that control technology today, but in our ability as thinkers, builders, and organizers to join together and deploy technology for a better collective future. Technology is neither inherently good nor bad; rather, it can be part of a broader political project of securing the “good life” for everyone."

Nel suo manifesto, Jasmine Sun pone un punto fondamentale: criticare le nuove tecnologie sulla base degli enormi danni che hanno creato senza proporre alternative capaci di portare beneficio a tutte e tutti significa lasciare queste tecnologie in mano ai più spregiudicati.
1/3
reboothq.substack.com/p/manife

Come Tech Worker siamo in una posizione particolare: siamo particolarmente consapevoli dei rischi degli strumenti di sorveglianza che spesso siamo costretti a sviluppare ma siamo anche capaci di capire quanto siano finti e funzionino male.

Codice Rosso ragiona su questo duplice aspetto: la sorveglianza effettiva e silenziosa di alcuni strumenti digitali contrapposta alla sorveglianza "immaginata" e spettacolarizzata, fatta di strumenti inutili e impossibili da applicare nel mondo reale. Entrambe contribuiscono al controllo sociale ma come Tech Worker è importante comprenderne le differenze e le industrie che vi stanno dietro.

codice-rosso.net/spot-il-capit

🍹 Log Out - Roma

🕒 7 Ottobre, 19:00
📍 Via del Pigneto 215, Roma @Arci_Sparwasser

Log Out è il ritrovo dei Tech Worker che dopo il lavoro vogliono incontrarsi per rilassarsi e socializzare

Per maggiori info, vi rimandiamo alla chat di TWC Roma: t.me/twcroma

Podcast belli #9: This Machine Kills

Un podcast che parla di tecnopolitica, lavoro tech e le sue ricadute economiche e sociali.

Ha da poco superato i 100 episodi, con una collezione di temi che va dalle proteste dei tech worker in USA alla sorveglianza, dal colonialismo digitale alla vera storia dimenticata del Luddismo.

Annovera ospiti del panorama tech di tutto rispetto come Wendi Liu, Cory Doctorow o Meredith Whittaker.

soundcloud.com/thismachinekill

🥱La burocrazia e la regolamentazione del lavoro sono temi sempre molto opachi e ostici, che sembra difficile trattare in maniera chiara e concisa.

🤪La maggior parte dei dubbi va quindi risolta tramite infinite ricerche su Internet, richieste a colleghi o amici oppure contattando lo sportello del proprio sindacato o il proprio avvocato.

😎Per mitigare questo problema, vi segnaliamo un ottimo progetto: il Dizionario dei Diritti dei lavoratori, che per ogni parola chiave contiene una spiegazione concisa ma esaustiva del tema.

wikilabour.it/indice-categorie

@dataKnightmare ha ripreso la programmazione da alcune settimane e nell'ultimo episodio, in un nuovo formato più leggero e di commento all'attualità, ragiona tra le altre cose di smart working e della propaganda che gli si fa intorno. Nella stessa, breve, puntata parla anche degli Smart Glasses di Facebook e dell'annunciato Italian Digital Media Observatory.

Per ascoltare: spreaker.com/user/runtime/dk-6

Quando si vuole sindacalizzare il proprio posto di lavoro, potrebbe essere possibile rimpiazzare il lavoro fondamentale di organizzatori e lavoratori con un'app? Probabilmente no. Noi Tech Worker sappiamo bene che lo strumento tecnico, da solo, non crea le strutture organizzative necessarie per usarlo.

Lo sa anche Emergency Workplace Organizing Committee, un'organizzazione di volontari dedita alla formazione di lavoratori interessati ad organizzarsi sul posto di lavoro. EWOC in questo articolo ci spiega le criticità delle aziende e startup che stanno provando ad entrare in questo settore: dalle idee distorte su come ci si organizza a pratiche di business poco trasparenti.

workerorganizing.org/worker-or

Podcast belli #8: Amazoniani

Un podcast creato da Into the Blackbox per raccontare la realtà delle condizioni di lavoro in Amazon utilizzando dialoghi reali dei lavoratori sui social.

spreaker.com/show/amazoniani

"La segnalazione di un #whistleblower, probabilmente un dipendente del gigante dei social, ha fatto emergere l’esistenza di una ricerca (destinata ad esclusivo uso interno ma risalente addirittura al 2019) secondo la quale #Instagram crea problemi ad una adolescente su tre"
Il commento di Umberto #Rapetto su #InfoSec a proposito dell'inchiesta di Georgia #Wells, Jeff #Horwitz e Deepa #Seetharaman sul #WSJ
infosec.news/2021/09/15/news/t

The employees, who are working under the "A Better ABK" banner (referring to Activision Blizzard King), and the Communication Workers of America allege that, in the last six months, Activision Blizzard has:

* "Threatened" and "told" employees they cannot talk about "wages, hours, and working conditions," or investigations about them. (The investigation that led to the July lawsuit, for example.)
* "Maintained an overly broad social media policy"
* "Enforced the social media policy against employees who have engaged in protected concerted activity"
* "Threatened or disciplined employees on account of protected concerted activity"
* "Engaged in surveillance of employees engaged in protected concerted activity and engaged in interrogation of employees about protected concerted activity.”

pcgamer.com/activision-blizzar

❗️Da alcune settimane sta girando la notizia di un presunto CCNL per l'ICT. Accolto in maniera meno che fredda dai lavoratori, dietro queste notizie si cela un meccanismo tanto comune quanto ignorato: stiamo parlando dei CCNL "pirata".

🏴‍☠️In questo breve articolo Mario Grasso ci spiega che cos'è un CCNL pirata e perché questo CCNL ICT (che non è nemmeno il primo) non cambierà nulla per il tech worker medio e se lo farà, lo farà in peggio.

sindacato-networkers.it/2021/0

❓❗️❓ DOMANDE E RISPOSTE ❓❗️❓

Il mondo del lavoro digitale è complesso e raramente la Scuola o l'Università ci danno gli strumenti per navigarlo. Domande, dubbi, insicurezze ci impediscono di compiere scelte individuali e collettive oculate, dando il coltello dalla parte del manico alle aziende che invece possono permettersi specialisti che le leggi e le dinamiche del lavoro le comprendono a fondo.

In questo anno di attività, nella nostra chat Telegram, abbiamo ricevuto fiumi di domande, spesso sempre le stesse, sia sul mondo del lavoro, sia sull'attività che svolge TWC e sullo spazio in cui si muove.

Perciò abbiamo deciso di iniziare a compilare una FAQ, in progressiva espansione, per rispondere alle domande più comuni.

Qui la FAQ: twc-italia.org/faq

Finalmente iniziano ad emergere anche sulla stampa generalista gli abusi e i furti salariali compiuti da Google. Grazie ad alcuni whistleblower interni si scopre la punta di un iceberg che speriamo continui ad essere investigato e rivelato. Pratiche note a chi lavora in Google e che hanno alimentato negli anni passati il supporto a TWC, AWU e altre organizzazioni di tech worker dentro Google.

L'articolo copre in dettaglio questa prima tornata di accuse che vedono Google violare le regole sui salari in numerosi paesi, sottopagando migliaia di contractor e lavoratori temporanei.

theguardian.com/technology/202

❗️Qualche giorno fa abbiamo menzionato una priorità chiara per questa stagione: supportare i/le tech worker per organizzarsi in azienda e raggiungere vittorie collettive.

👷‍♀️Abbiamo quindi deciso di ripartire dai fondamenti e creare una guida che spieghi i primi passi da compiere per costruire un gruppo di tech worker coeso e capace di fare pressione internamente all'azienda, ponendo le fondamenta per obiettivi futuri più ambiziosi.

🗯La guida si occupa principalmente degli aspetti inter-personali, i più difficili da affrontare in un settore come il nostro dove manca totalmente la cultura della cooperazione e dell'azione collettiva. Vi offre una serie di strumenti e spunti con cui partire già oggi, adattandoli al vostro caso specifico.

Trovate la guida qui: twc-italia.org/news/2021-08-29

Pochi giorni fa è nata una nuova sezione locale: Milano.

A breve inizieranno ad organizzare sia gli eventi LOGOUT che attività sul territorio in maniera similare alle altre sezioni locali: Roma, Bologna, Torino.

Se volete unirvi per dare una mano o semplicemente per andare a bervi una birretta, questo è il link: t.me/TWCMilano

Vi invitiamo inoltre a condividerlo negli spazi social o privati frequentati da tech worker milanesi.

Il Manifesto pubblica un articolo di Vittoria Mazzieri sull'istituzione dei sindacati aziendali in due dei principali colossi tech cinesi, analizzandone il significato per i lavoratori e per la politica tecnologica cinese.

ilmanifesto.it/prosperita-comu

🆕 L'1 settembre abbiamo lanciato una nuova chat su telegram, esclusivamente dedicata ad una serie di temi che abbiamo capito essere molto importanti per chi partecipa a TWC da curioso/a.

👷‍♂️Si tratta di uno spazio dove è possibile discutere di contratti, negoziazione dei salari, feedback su aziende specifiche, diritti, norme, scelte di carriera e studio, e tutto ciò che può aiutarvi a navigare il mondo del lavoro IT italiano.

💬 Pensiamo che nei nostri settori l'intelligenza collettiva unita all'esperienza di tech worker consapevoli degli errori più comuni siano il modo migliore per supportare nel breve termine chi lavora e per far emergere soluzioni più efficaci sia sul piano individuale dove bastano, sia sul piano collettivo dove sono necessarie.

t.me/twccarriera

Show older
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida