Follow

Ma se invece di leggere questo episodio solo come una questione legata al sessismo facessimo una passo in più e rifletessimo sul peso percepito (ed espresso) delle istituzioni europee? Commissione e Consiglio Europeo valgono allo stesso modo agli occhi del mondo? Fosse successo "a sessi invertiti" siamo sicuri che sulla sedia si sarebbe seduto il presidente di commissione e non la presidente del Consiglio europeo? E sopratutto: Angela Merkel non avrebbe avuto una sedia, mi dite?

agi.it/estero/news/2021-04-07/

· · Web · 1 · 2 · 4

@unknow più ci penso e più mi sembra che circolino interpretazioni fumose e distorte della vicenda. Un machista paternalista fa comunque "sedere prima le signore". Un tiranno sovranista mette in un angolo le istituzioni europee (vorrei dire l'Europa federale anche se ancora non c'è) a far da divanetto decorativo e si rivolge solo alle "nazioni".

@ryzHome Sì credo anche io che focus sul sessismo credo sia errato. Proviamo a ricostruire la scena: siamo a un vertice che si inserisce nel tentativo di de-escalation nelle relazioni turco - europee, attualmente ai minimi storici, praticamente il destino di un'intera area geografica dipende proprio da questi incontri.

Abbiamo 4 rappresentanti, un presidente di uno stato, un ministro degli esteri, due presidenti di istituzioni europee. 3 uomini e una donna. 2 uomini siedono accanto alle bandiere, una donna e un uomo siedono sul divano. Dei due presidenti delle istituzioni europee una rappresenta l'organo più transnazionale delle istituzioni europee, l'altro quello più intergovernativo. Favorire il secondo e declassare il primo significa sostanzialmente tentare di indebolire la posizione comune europea - già debole di per sé.

@unknow mi convince molto questa lettura. Però il fatto che tra i quattro ci fosse una donna cui è toccato il divanetto è il motivo per cui è circolata così tanto la notizia @ryzHome

@Ofelia Beh che Erdoğan sia sessista è pacifico, credo non lo neghi neanche lui e non ho dubbi che sia ben contento di umiliare una donna di potere.

Però a me pare scorcentante che si discuta se la von der Leyen avrebbe dovuto avere una sedia in quanto donna e non in quanto presidente di Commissione, manco fossimo a una puntata di Cortesie per gli Ospiti. Se aggiungiamo al quadro i calci nel sedere che la diplomazia europea ha preso negli ultimi tempi, da Borrell in Russia alle ultime esternazioni del Regno Unito sulle rappresentanze diplomatiche, credo che il problema sia un po' oltre il dove si siede la von der Leyen

@ryzHome

Sign in to participate in the conversation
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida