vocisinistre.com/2019/05/22/il
Se la casa è universalmente riconosciuta come un bisogno fondamentale dell’essere umano, in tutt’altra direzione vanno le politiche messe in campo dai governi susseguitisi fin qui. La situazione italiana non è infatti delle più rosee

vocisinistre.com/2019/02/19/la Circa un anno fa, Voci Sinistre esordiva con questo articolo. Dopo dodici mesi lo riproponiamo, sperando che conservi ancora un po' di attualità

L’ultimo rapporto Eurostat parla chiaro: in Italia, il divario tra ricchi e poveri cresce. Un quinto della popolazione può contare su entrate sei volte superiori di quelle della quinta parte più povera. Non che questi dati ci stupiscano. È da tempo assodato che il sistema capitalistico è un modello iniquo, predatorio, marginalizzante, orientato al benessere del profitto e delle merci, alla vendita e all’acquisto, alla buona salute dei bilanci aziendali.
Eppure, malgrado ciò, ci si continua a comportare come se nulla fosse, cercando di non intaccare gli standard di vita diffusi.
Non impressionano questi dati, così come non impressionano i senza tetto nei pressi delle stazioni, i lavoratori e le lavoratrici in attesa di una stabilizzazione o i\le pensionati\e che, a fine mese, ricevono un assegno ridicolo.
Va tutto bene.

Se questa nuova forza politica vorrà sinceramente imporsi come movimento di sinistra dovrà formulare risposte convincenti sui temi appena trattati, non solo rivendicare il diritto a una politica più sobria, etica e attenta ai bisogni della popolazione. Se ciò non avverrà, sarà ricordata come l’ennesimo esperimento di sinistra liberale, modello che, diciamocelo francamente, ha palesemente fallito e che, in fin dei conti, altro non è che una destra camuffata, decorata qui e là da accenti progressisti vocisinistre.com/2020/01/04/qu

Secondo il bravo cittadino i militari non sono solo coloro che bombardano, uccidono, torturano, occupano territori. Sono ANCHE quelli che si prendono una pallottola al posto tuo.
Dire che le loro mansioni prevedono ANCHE il rimanere uccisi mette in scena un'ambiguità morale. Un individuo che può indifferentemente salvare o condannare qualcuno, cosa è? Tirare fuori dalle macerie i sopravvissuti a un terremoto, occupare un territorio e bombardare uno scuolabus hanno, per quest’individuo, la stessa rilevanza morale. Cosa le appiattisce da un punto di vista morale? Il “Faccio solo il mio lavoro”.
Un lavoro che prevede una scala di situazioni che vanno dall’eroismo al terrorismo può essere svolto solo da chi ha perso la capacità di cogliere le sfumature e le differenze tra queste situazioni; può essere svolto solo da macchine.

Visti i recenti sviluppi in è bene ricordare una cosa: la è resa possibile dall'obbedienza incondizionata di quelli che, per uno stipendio, si rendono disponibili a bombardare interi villaggi, a uccidere civili, donne, anziani e bambini inoffensivi, a portare fieramente in alto i folli ideali della patria, dell'onore, della civiltà, della razza.
La narrazione mediatica tende ad attribuire a tutte le responsabilità di questa escalation; la narrazione mediatica dimentica che quel pazzo di Trump ha la libertà di dichiarare guerra e sterminare interi popoli solo a condizione che qualcun altro dia la propria disponibilità a piantare una pallottola nel cranio di qualche civile.
Le guerre le ordinano i padroni ma le fanno i .

Ieri un mio conoscente se ne esce dicendo: "Guarda, io non sono di sinistra ma..."
Quello che fino a poco fa era l'esordio per eccellenza di chi ci teneva a precisare - mentendo sapendo di mentire - la propria lontananza da un orizzonte ideologico di destra, è adesso ribaltato.
È l'essere di sinistra, ora, a generare scandalo.
Se si vuole manifestare il proprio orientamento sinistroide bisogna farlo sotto voce. Essere favorevole alla lotta contro lo sfruttamento del lavoro; essere per l'accoglienza di chi cerca fortuna nel mondo ricco; essere contro ogni discriminazione; essere queste cose è, oramai, segno di devianza e di pericolosità sociale. Anche soltanto manifestare la propria non-appertenenza a quel panorama ideologico diviene sospetto.
Il discorso politico è sottosopra.

Voci Sinistre vi augura un felice anno nuovo con l'uscita del suo cinquantesimo articolo!
"Chiunque provi a leggere criticamente, da una prospettiva di sinistra, il fenomeno “Sardine”, soprattutto alla luce dell’esposizione dei sei punti programmatici del movimento, si trova di fronte una serie di obiezioni quasi inevitabili..." vocisinistre.com/2020/01/04/qu

vocisinistre.com/2019/10/12/in La nostra intervista a la Casa del Popolo - Casal Bruciato, presidio di solidarietà e mutualismo nella periferia est di Roma

vocisinistre.com/2019/04/19/in
Una nostra vecchia intervista all'antropologo Andrea Staid: "Sono convinto che sia necessario ribaltare il concetto di abitare occidentale, che troppo spesso significa solamente avere una casetta in cui rinchiudersi, e pensare invece all’abitare come uno spazio di relazioni, competenze, saperi condivisi e, soprattutto, uno spazio abitativo che abbia a che fare con il cambiamento, con il ripensamento, come la stessa radice etimologica suggerisce"

Per i coloni europei il modo di vivere dei popoli nativi era sconcertante. Tra le cose che più li lasciavano perplessi c’era la tradizione dei Due Spiriti vocisinistre.com/2019/06/29/du

L'ultimo rapporto Censis rivela che una fetta sempre maggiore di popolazione italiana è attratta dall'idea di avere un uomo forte al comando. In più, sottolinea anche che crescono la sfiducia e la diffidenza verso gli altri.
Quindi ricapitoliamo: l'italiano medio inizia a guardare con sospetto chiunque gli passi accanto perchè potenzialmente intenzionato a fregarlo; allo stesso tempo, però, desidera che uno qualunque di questi che gli passano accanto assuma pieni poteri e governi la sua esistenza.
Cortocircuito logico

vocisinistre.com/2019/10/26/re La macchina del vento di Wu Ming 1 ha un enorme pregio: è allo stesso tempo un ottimo romanzo, un fedele resoconto storico e una puntuale analisi politica

La nostra recensione di , il film di Todd Phillips magistralmente interpretato da Joaquin Phoenix
"Quale altro destino può attenderlo in una società il cui rumore per l’omicidio di tre giovani in carriera è assai più assordante di quello delle migliaia di vittime di una povertà e di un malessere che si fanno sempre più acuti?"
vocisinistre.com/2019/10/05/jo

La famiglia Agnelli-Elkann diventa azionista di maggioranza del gruppo Gedi, quello che pubblica La Repubblica, L'Espresso, La Stampa.102,4 milioni di euro la quota pagata, milioni che rappresentano il diritto al controllo di ciò che l'azienda può decidere di pubblicare.
È inutile parlare di libertà di stampa se chi veicola le notizie è quotato in borsa, se gli organi di informazione devono rifarsi al mercato, se la notizia può rappresentare un fattore nell'acquisizione di uno o due punti percentuale nella giungla azionaria.
È inutile che ci propinino la favola dell'informazione obbiettiva:
cosa diranno La Repubblica o L'Espresso al prossimo sciopero degli operai FIAT? Cosa diranno quando giungerà un altro Marchionne che aumenterà i ritmi di lavoro, che delocalizzerà la produzione e che porterà al suicidio molti lavoratori?

A Firenze, durante un ritrovo di sardine, è stata allontanata una bandiera rossa con falce e martello. "Via le bandiere" hanno gridato i manifestanti in piazza.
La bandiera, poco dopo, è scomparsa.
Sarà una nuova versione del grillismo, con slogan tipo "Nè di destra, nè di sinistra"?
Beh, sappiamo tutti da che parte tende chi, almeno coscientemente, non vorrebbe tendere da nessuna parte

La discussione attorno alla possibilità di chiudere negozi e centri commerciali di domenica e nei giorni festivi ci ricorda quanto in basso siamo caduti.
Non sia mai che i lavoratori passino un po' di tempo per conto loro, senza doversi spaccare la schiena anche nel giorno del Signore, magari facendo una gita con i propri cari, temporaneamente slegati dai ritmi, dagli orari, dalla produttività, dagli scatoloni, dalle merci, dai codici a barre, ecc...
Non sia mai che si dia precedenza ai diritti dei lavoratori anzichè ai diritti del consumatore - che poi, diciamocelo: il diritto al consumo non è forse un diritto al profitto travestito? -.
Come potrà mai risorgere una sinistra se si è dimenticato che l'obbiettivo principe non è solo la liberazione DEL lavoro dal giogo dei padroni ma anche la liberazione DAL lavoro?

Poco al largo di Lampedusa sono stati recuperati 7 cadaveri dalla Guardia Costiera. Sono le vittime del naufragio della settimana scorsa.
Stando alle informazioni riguardanti il numero di passeggeri dell'imbarcazione affondata, mancherebbero all'appello altri 9 corpi.
Se qualcuno proverà mai a fare un resoconto delle morti infami avvenute nell'epoca del "benessere", probabilmente al capitolo "migrazioni" perderà il conto.
Quando il benessere non è accessibile a tutte e tutti si chiama privilegio.

Fabio Tuiach, consigliere di Forza Nuova, si dice offeso del fatto che Liliana Segre ha "osato" precisare l'ovvio, ossia che Cristo era ebreo.
Fabio Tuiach, a suo dire cattolico ultraconvinto, ha scoperto a quasi 40 anni che Cristo non era cattolico.
Adesso, probabilmente, passerà notte e giorno a fustigarsi per aver venerato, per quasi metà secolo, uno "sporco ebreo", peraltro mezzo negro

Show more
Mastodon Bida.im

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!