Pinned toot

Je suis fils de paysan, et fils d'ouvrier,
Je ne prends pas les armes contre d'autres affamés.

Tom Waits da pischello era un figo della madonna, l'avrei sposato tipo subito.

New coat of paint (live) - Tom Waits.

youtube.com/watch?v=mndgWJv2_u

Comunque è vero che i fitofarmaci costano un sacco di soldi.
E per lo più non sono neanche scaricabili.

Vorrei aver scelto scienze erboristiche come corso di laurea SOLO per crearmi tutto da sola.

"come alla terra acquazzoni di maggio,
e per tuo amore così mi tormento
come per l'oro suo pena l'avaro."

Piazza maggiore piena di fasci picchiatori di estrema destra accanto a commercianti e ristoratori

>>

"Gli attacchi di panico in soggetti che hanno subito violenze dai genitori durante l'infanzia sono estremamente comuni. Derivano proprio da quel bisogno di esercitare il controllo sulla realtà: se sei cresciuto in un ambiente in cui non esistono sicurezze, non c'è spazio per la protezione, allora è come se fossi nudo ovunque. Puoi contare solo su te stesso, ma proprio perché nessuno ti ha mai fornito sicurezze, è come se ti sentissi sempre impossibilitato a farcela.

[...]

Perché la persona che dovrebbe amarti in modo incondizionato è la stessa che ti rende la vita un inferno. Se fa questo, cosa possono fare gli altri?"

Show thread

"Oltre al dolore fisico, che rimane per giorni, quando succedono cose del genere accumuli un senso di fragilità che è difficile da trasmettere: non c'è stato niente che potevi fare, non hai alcun potere per fermare questa cosa, non esiste ragionamento o razionalizzazione che la faranno passare o che miglioreranno le cose. 
[...]
Nella maggior parte dei casi i genitori violenti hanno atteggiamenti ambigui, per questo motivo spesso i bambini vittime di violenze credono di meritarsi quello che gli accade. Questi genitori sono sia amorevoli che violenti: hanno scoppi di rabbia improvvisa, ma poi se ne pentono e trattano con amore i figli."

vice.com/it/article/3k37bb/mad

>>

questa mattina sono dovuto uscire da diverse chat con amici, perche' la discussione del giorno e': "la chiusura dei bar e la fine della socialità".
mi arrendo, non ce la faccio più a reggere queste discussioni

se il bar e l'aperitivo erano l'unico vostro modo di socializzare, potreste:
1. trovare altri sistemi per instaurare dialogo, scambio di interessi e alimentare l'empatia che non siano l'alcool
2. imparare a conoscere meglio le citta' e gli spazi che vi stanno intorno nel posto in cui vivete

"“Io te vurria vasa’ “, sospira la canzone
ma prima e più di questo io ti vorrei bastare,
io te vurria abbasta’,
come la gola al canto come il coltello al pane
come la fede al santo io ti vorrei bastare.
E nessun altro abbraccio potessi tu cercare
in nessun altro odore addormentare,
io ti vorrei bastare,
io te vurria abbasta’.
” Io te vurria vasa’ “, insiste la canzone
ma un pò meno di questo io ti vorrei mancare
io te vurria manca’,
più del fiato in salita
più di neve a Natale
di benda su ferita
più di farina e sale.
E nessun altro abbraccio potessi tu cercare
in nessun altro odore addormentare,
io ti vorrei mancare,
io te vurria manca’."

(Erri de Luca)

Comunque tenere la mente impegnata con il lavoro pratico non funziona quasi per un cazzo

Facciamo che ai ristoratori, baristi ed esercenti che scendono in piazza gli diamo esattamente quello che hanno dichiarato nel 2019? Se bastava allora dovrà bastare pure oggi, no?

«Stanotte dormirò con un diamante sotto la lingua, e tu verrai a dargli la caccia.»

Diane di Prima

Show more
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida