Pinned toot

>>>

[...] Una comunicazione responsabile e accurata sulla malattia mentale aumenta la consapevolezza, sfata i miti, migliora il linguaggio e l’accuratezza della narrazione e contribuisce a sensibilizzare la popolazione e le istituzioni.»

valigiablu.it/media-salute-men

Show thread

>>>

[...] la sofferenza psicologica è sempre esistita e ci sono modi per parlarne che vanno oltre il considerare tutti malati. Gli eventi stressanti e i problemi economici e sociali possono aumentare il rischio di disturbi mentali ma non tutte le persone che vivono situazioni di stress sviluppano una malattia mentale. Inoltre, come chiarisce Lucy Foulkes, non è sufficiente avere dei pensieri ricorrenti su un evento per soffrire di un disturbo post-traumatico da stress, né avere un umore basso per essere depressi. Sono entrambi dei sintomi che diventano disturbo accertato da una diagnosi clinica solo se associati ad altri, a una gravità moderato-severa e per lungo tempo.

>>>

valigiablu.it/media-salute-men

Show thread

«Un’informazione irresponsabile consolida gli stereotipi sulle persone che affrontano condizioni psichiatriche, accresce lo stigma e l’isolamento, crea un clima ostile all’ascolto e alle richieste di aiuto. [...] Non si può dire che le istituzioni facciano la loro parte. [...] Foulkes sottolinea come tutte le normali emozioni ed esperienze negative tendano a essere etichettate come disturbi mentali o come problemi che devono essere risolti immediatamente.
Si tratta di un fenomeno diventato ancora più diffuso in questo secondo anno di pandemia, in cui sono anche alcuni esperti di salute mentale ad allarmare su reazioni di disagio psicologico che sono invece appropriate e temporanee.

>>>

valigiablu.it/media-salute-men

qui Antonia Pozzi ci dice (scrive) di che morte dovremmo morire (aka mordere la vita e non solo quella) ogni sera, di sabato e non.

@OCRbot

non riesco a prendere sonno; le gambe mi fremono dal bisogno di scarpinare; quanto tempo può passare prima che un corpo si senta nuovamente desiderato senza freni dopo anni di mortificazione dell'intimità in senso ampio.

il catcalling originale di oggi: uno che, passandomi vicino in auto, dal finestrino mi ha gridato di togliermi la mascherina dal viso.

poi una non deve bestemmiare molto forte.

quando torni a casa dei tuoi a cercare un minimo di comprensione perché altrove sono sempre e solo briciole ma persino tu madre ti piglia per il culo perché non ha capacità empatica

trabocco d'orgoglio, di mancanza, di distanza, il tutto senza potertelo dire.

se molte persone, ancora nel 2021, ancora non conoscono la differenza tra biblioteca accademica e biblioteca civica/comunale e rispettive raccolte, la responsabilità è istituzionale

è solo dal 2018 che piango andando/trovandomi a lavoro, dai, è giusto gavetta, può solo migliorare, chi non vorrebbe essere pagat@ per attaccare etichette sui libri, c'è di peggio eccetera eccetera

in pratica: chiunque, tranne la gente che mi limonerei/scoperei eccetera eccetera che in alcuni casi la richiesta di amicizia me la rifiuta ✅

Show thread

tenore delle richieste di amicizia ricevute su FB (non necessariamente in quest'ordine):

- colleghx di lavoro
- dead of fyga
- profili fake
- ex compagnx di classe delle medie e delle superiori che ci sarà più di un motivo se non ci sentiamo/vediamo da anni

ex collega di lavoro, classe '84, con cui ero entrata un po' più in confidenza e mi raccontò - almeno un annemmezzo fa - crisi di fiducia e gelosia nel rapporto di coppia in cui erano scattate dinamiche di controllo email e smartphone, la stessa che un paio di anni fa mi disse che non potevo capire la crisi dei 35 anni, è incinta.

sarà che sempre più spesso mi trovo al di là dell'esperienza, dove uomini impegnati in relazioni di breve medio lungo corso, ci provano con me senza minimamente mettere in discussione loro stessi e la monogamia che abitano cercando piacere al di fuori puntualmente tacendo tutto alle compagne - io resto sempre più perplessa. ovviamente non è un assoluto, ma innegabile che sia una tendenza diffusa affatto chiarita.

Show older
Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida