Pinned toot

Abbandono l'account.
Non mi interessa più stare qui.
Saluti e buona fortuna a tutt*.

Ho fatto qualche tentativo di sostenere la comunità in cui ero entrato.

Convintomi che ci fossero dei problemi ho cercato di parlarne, ma non ho ottenuto grandi risultati.
Ho frequentato un po' l'unico luogo in cui se ne voleva parlare e l'iniziativa che, per me, aveva lo scopo di affrontare questi problemi (per me non era una contestazione agli admin).

Oggi ho scoperto che pare essere un'iniziativa distruttiva per la comunità.
Intanto quello che volevo evitare dilaga, diventa pratica ordinaria.

Si profila un gioco a cui non mi interessa partecipare.

Speravo di far qualcosa di utile, ma non ne vedo più la possibilità.
Fragili, questi social.

Lascio.
Ci sono tante altre cose da fare da altre parti.

Pinned toot

La situazione generale è pesa e stressante,

verso i veri responsabili non possiamo fare nulla,

non ci sfoghiamo su capri espiatori,

così tra di noi la tensione cresce.

Sangue freddo,

ed al prossimo autofinanziamento:
sacchi da boxe col logo BIDA.

(cit. Giarminio)

Pinned toot

Le misteriose bandierine bianche

Con un lieve senso di stanchezza provo a ricapitolare il concetto delle bandierine bianche, dato che @admin non lo ha fatto e quindi il loro significato non è chiaro
(sì, cari admin: vi voglio bene, vi sono grato per il lavoro che fate, ma questo è un rimprovero).

Nell'ultima assemblea di istanza (9 febbraio 2020) gli admin hanno chiesto il supporto della community per moderare i flame ricorrendo il meno possibile agli interventi d'autorità.

Ma i singoli utenti si trovano in difficoltà nel moderare un flame perché singolarmente hanno minore autorevolezza degli admin ed ogni loro tentativo può facilmente divenire esso stesso "carburante" del flame, pertanto scelgono solitamente di non intervenire.

1/3

Pinned toot

SPIEGAZIONE
BANDIERINA BIANCA

L'assemblea ha deciso di sperimentare un metodo collettivo per moderare i flame.
Ogni utente che seguendo una discussione ritenga che questa sia ormai degenerata e non porti più contenuti, e che un raffreddamento degli animi gioverebbe, interviene nella discussione con un segnale convenuto che abbia l'unico significato "per favore calmatevi":

la bandierina bianca, senza commenti.

Il toot con la bandierina bianca va inserito anche se altri lo hanno già fatto: è importante che tutti esplicitino la propria richiesta. In questo modo la community segnala ai fiammeggianti che valuta necessario moderare la discussione, senza prendere una parte o alimentare il flame.
Ai fiammeggianti che rispondessero alla bandierina bianca dovrà essere semplicemente inoltrato questo toot di spiegazione, senza commenti.

Pinned toot

Bloccherò mastodon.uno
perché mastodon.bida.im/@naivespeaker

ma prima scriverò in bio
"Bloccherò mastodon.uno
Fatelo anche voi
ma prima scrivete in bio
"Bloccherò mastodon.uno
Fatelo anche voi
ma prima scrivete in bio
"Bloccherò mastodon.uno
Fatelo anche voi
ma prima ...

@zeppe @sophyl @case @diorama @enverdemichelis @holon @pongrebio @Antanicus @jops @ilcronomaestro @pandora @leodurruti @bradypus_tridactylus
@utentone

#FollowFriday / #FF recap of this week's recommended follows:

🌟 @wallabag - Article storage system, FOSS alternative to Mozilla Pocket

🌟 @sajan - Surreal and distinctive artist/illustrator, with a 1950s Asian aesthetic

🌟 @tuxdevices - Independent news site about phones and tablets running Linux

🌟 @snikket_im & @xmpp & @matrix & @delta & @briar - Decentralised FOSS alternatives to Signal

🌟 @ubuntustudio - Linux distro for creative people, with lots of preinstalled arty software

About “the privilege of block” in consensus method
I find really interesting this part about block from "seed for change",

but also a lot a lot this article:

ic.org/busting-the-myth-that-c
orgs.noblogs.org/post/2021/03/

Nelle scorse settimane il collettivo di gestione dell'istanza mastodon.bida.im ha portato avanti una riflessione interna su come sono andate le cose negli ultimi 3 anni. Ne è nato un documento scritto, che vogliamo condividere con la comunità per allargare la nostra riflessione. Oltre a pubblicare il nostro report, vorremmo anche discuterlo in una proto-assemblea d'istanza online. Questa non sarà un'assemblea decisionale, ma un momento di ascolto reciproco: non si decideranno modifiche alla policy o all'infrastruttura, sarà invece un momento di confronto e di discussione.
Leggi: bida.im/press.html#bidatreanni
Partecipa: videocitofono.bida.im/bida9apr

COSE DA SAPERE:
# comunicate la vostra presenza all'admin (che vi darà la password per accedere)
# è richiesto l'uso di una webcam

È stato fatto giustamente notare (da @pepsy e @Confindustria ) che non gli basterebbero neppure per impugnare una biro o per controllare i numeri di pagina.

Aggiungo che,
per ottenere la dei dei progetti del ,

nell'era del ,

sarebbe disposta a PAGARE,
MOLTO più di 25.000 euro.

I 25.000 euro sono la foglia di fico per far passare la cosa tra le spese di cancelleria.

RT @Mediapart@twitter.com

Selon les informations de @Mediacites@twitter.com, la firme américaine #McKinsey a facturé plus de 500.000 euros un audit sur le pôle pharmacie de l’hôpital public lyonnais. Un accompagnement à prix d’or qui, de sources internes, « n’a abouti à rien ». #Lyon bit.ly/3pPCc1E

🐦🔗: twitter.com/Mediapart/status/1

>>

La nuova edizione 2021 di quel manuale, aggiornata ed ampliata per i social network, ha un addendum:

127bis. Quando un utente osa riferirsi a fatti passati:

- se non dà indicazioni precise fingete di non capire o lamentatevi per vaghezza e riferimenti oscuri;

- se le dà accusatelo di doxing e inquisizioni.

. . .


Show thread


Il manuale d'istruzioni usato da mia madre al capitolo 127 prescrive:

127. Per il compleanno di vostro figlio regalategli due camicie.
Quando indossa la prima guardatelo con espressione profondamente rattristata e dite
"L'altra non ti piace?"

Mi sentivo in trappola.

Poi, essendo un ragazzo sveglio, al 37esimo compleanno ho detto con il mio miglior sorriso:
"Che due belle camicie! Grazie, mamma! Quale vuoi che metta per prima?"

Dai 38 anni, per il mio compleanno, ricevo una sola camicia.

>>

Mi tocca fare una smentita ridicola.

NON HO E NON HO MAI AVUTO alcuna intenzione di occuparmi della policy di istanza.
Tantomeno di imporne una.
Tantomeno di imporne una con divieti.
Tantomeno con divieto di una roba chiamata subtoot.

Se qualcun* trova in uno qualsiasi dei miei 1,1K toots una sola intenzione di divieto, mi zittisco all'istante, autorizzo tutt* ad infamarmi e sparisco.

Poi, già che ci sono, mi porto avanti (prevenire è meglio che curare) e dichiaro solennemente anche che:

- NON HO INTENZIONE DI VIETARE LE SERIE NETFLIX

- NON CONTROLLO I VOSTRI TELEVISORI.

Semplicemente, in questo momento, me ne sto andando affanculo (senza fretta...)

Tracimazione di retorica e buoni sentimenti 

Quando sono arrivato qui ho alzato le insegne di YPG e YPJ, perché volevo far qualcosa per la loro causa.

Sono rimaste fino a ieri, quando un toot mi ha fatto pensare ed accorgere che da tempo, perso dietro a varie miserie, non faccio nulla per la loro causa, né prevedo di farlo in futuro.

E allora ripongo i loro stendardi da una parte e l'insegna della nostra infamia dall'altra

ed alzo bandiere del tutto personali.

Abbandono l'account.
Non mi interessa più stare qui.
Saluti e buona fortuna a tutt*.

Ho fatto qualche tentativo di sostenere la comunità in cui ero entrato.

Convintomi che ci fossero dei problemi ho cercato di parlarne, ma non ho ottenuto grandi risultati.
Ho frequentato un po' l'unico luogo in cui se ne voleva parlare e l'iniziativa che, per me, aveva lo scopo di affrontare questi problemi (per me non era una contestazione agli admin).

Oggi ho scoperto che pare essere un'iniziativa distruttiva per la comunità.
Intanto quello che volevo evitare dilaga, diventa pratica ordinaria.

Si profila un gioco a cui non mi interessa partecipare.

Speravo di far qualcosa di utile, ma non ne vedo più la possibilità.
Fragili, questi social.

Lascio.
Ci sono tante altre cose da fare da altre parti.

42 anni fa un piccolo gruppo di studenti universitari rivoluzionari, sindacalisti operai, contadini e vecchi comnattenti kurdi e turchi fondava il partito dei lavoratori del kurdistan PKK
t.me/rojavaresiste/449

"It is #opensource so it doesn't matter who developes it."

That is a wide spread narrative among the (white cis male) tech community.

I strongly disagree with that, because it misses how culture and social relations are impacted by its environment and wise versa.

Imagine a communication and finance platform developed by the #altright. They will define the environment and are knowledgeable about gamification.

1/2

42 anni fa un piccolo gruppo di studenti universitari rivoluzionari, sindacalisti operai, contadini e vecchi combattenti curdi e turchi fondava, tra le montagne del sud-est della Turchia, il Partito dei lavoratori del Kurdistan ().

Buongiorno. :blobfistbumpB:

@cronomaestro @UxFxTx @diorama @gattoparlante @silkevicious @admin @leodurruti @admin @nebbia

Sarebbe carino fare un po' di bot che flammano tra loro, poi ci si siede davanti al monitor col secchiello dei popcorn a vedere che si sbrananano e a farsi delle risate.

Show older

account di Schrödinger's choices:

Mastodon Bida.im

Un'istanza mastodon antifascista prevalentemente italofona con base a Bologna - Manifesto - Cosa non si può fare qui

An antifa mostly-italian speaking mastodon istance based in Bologna - About us - What you can't do here

Tech stuff provided by Collettivo Bida